Home arrow Dai media: Articoli dalla stampa arrow Media arrow Bundesliga dice addio a monopolio Sky: sì a più tv dal 2017
libreria dello sport

di
anno

ARTICOLIDALLASTAMPA

Bundesliga dice addio a monopolio Sky: sì a più tv dal 2017 Stampa E-mail
bundesliga-campi-640x360.jpg

14/04/2016 - CALCIO E FINANZA

Budesliga diritti tv - Vince la "no single buyer rule": la Lega calcio tedesca (DFL) ha deciso che non assegnerà i diritti televisivi per il quadriennio 2017-2021 ad un'unica emittente, mettendo fine al monopolio di Sky Deutschland che in Germania trasmette in esclusiva i match in diretta delle 18 squadre della Bundesliga - con la tv pubblica che può mostrare solo le sintesi a fine evento. La richiesta di cambiare strategia era arrivata, in maniera per niente velata, dall'antitrust di Berlino (la Bundeskartellamt): lunedì l'autorità aveva sottolineato come la DFL non potesse cedere i suoi diritti ad un unico emittente, proprio in virtù del loro ricco valore economico. L'antitrust, come riporta la stampa tedesca, aveva invitato la Lega a seguire la "no single buyer rule" recepita nelle scorse ore.

Secondo il garante della concorrenza, il sitema-calcio deve cedere a un operatore alternativo una fetta di partite tra le 30 e le 102 a stagione (su un totale di 306 sfide all'anno). Tra le possibilità c'è quella di dividere in due pacchetti la Bundesliga (A e B) e far partire su quelle basi l'asta, senza dimenticare di valorizzare la trasmissione su Internet delle sintesi di ogni partita.

"Per noi è importante che le regole assicurino che più di un emittente ottenga i diritti" televisivi, ha spiegato il presidente della Bundeskartellamt, Andreas Mundt. A chi gli chiedeva se più competitor potessero rappresentare uno svantaggio per gli utenti, magari costetti a recuperare diversi decoder, Mundt ha spiegato citanto l'esempio di altri paesi europei, come ad esempio l'Inghilterra: "Questo modello - ha ricordato - non costringe i consumatori a sottoscrivere più di un abbonamento per guardare tutte le partite".

Con le nuove regole la DFL dovrebbe riuscire ad incassare di più. Il numero uno della Lega, Christian Seifert, ha spiegato che l'obiettivo è di arrivare a commercializzare i diritti per una cifra che oscilli tra 1 e 1,5 miliardi di euro, ottenuti da concessioni nazionali e internazionali, per ogni anno. Durante la stagione 2016/17, la prossima e l'ultima con il vecchio sistema, la Bundesliga sarà il campionato europeo tra i Big 5 che beneficerà di minori ricavi da diritti televisivi nazionali.
 
< Prec.   Pros. >
torna su