Home arrow Career arrow Tutti i profili arrow Alberto Barile
Career dedicato ai Manager
dello Sport Business e
del Marketing Sportivo
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Stampa E-mail
Alberto Barile Alberto Barile
Responsabile Area Comunicazione
e Brand Licensing

Torino Football Club S.p.A.
Alberto Barile, del 1983.

Attuale posizione:
Responsabile Comunicazione e Brand Licensing del Torino Football Club S.p.A.

Esperienze lavorative:
Responsabile Ufficio Stampa Libertas Torino.
Collaboratore sportivo per quotidiani quali “La Stampa” e "Il Giornale".
Ex atleta di nuoto e pallanuoto.

Formazione:
Laurea in Scienze Economiche e Laurea Magistrale in Economia e Direzione d’impresa presso la Facoltà di Economia di Torino.
Diploma di maturità classica.
Iscritto all’Ordine dei Giornalisti (albo pubblicisti) dal 2002.
  1. Cosa ti ha portato a lavorare nell’industria dello sport business?
    • L’infinita passione che nutro per lo sport, sia nella pratica individuale sia nella gestione di atleti, insieme all’attenzione che da sempre nutro per il mondo della comunicazione e dell’organizzazione aziendale. Si tratta di due interessi che, fortunatamente, sono riuscito a trasformare in professione, con un assorbimento totale proprio perché figlio di una passione estrema.
  2. Qual è il livello di professionalità nel settore?
    • Il livello medio di professionalità sta decisamente crescendo. Noto un crescente interesse verso una cultura aziendale applicata anche al mondo dello sport e del calcio, settore nel quale opero da diversi anni, figlio di un miglioramento della formazione (con corsi e Master "ad hoc") e di un confronto con realtà più evolute.
  3. Cosa miglioreresti nel business dello sport?
    • Darei più spazio ad iniziative come la vostra, che permettono uno scambio di opinioni ed un accrescimento individuale del "know how" dei professionisti del settore, e migliorerei il mondo "congressuale" in Italia legato allo sport marketing.
  4. Quali sono i segmenti di questo settore con maggiore possibilità di crescita?
    • Gli scenari legati ai "new media" si stanno aprendo verso prospettive interessanti: il tifoso, oggi, è sempre più tecnologico, esigente in termini di comunicazione ed attento alle novità. Si potrebbe dunque lavorare proprio per migliorare l’aspetto della generazione dei flussi di informazioni tra club e fan, cercando di creare metodi alternativi al semplice sito web ufficiale: ad esempio fan zone ed applicazioni per smartphone possono essere i primi passi da sviluppare, in parte già implementati, in questo senso.
  5. Cosa consiglieresti ad un giovane che voglia entrare in questo settore?
    • Consiglierei un approccio quanto più possibile "aperto": il mondo dello sport e dell’entertainment in generale è, per natura, vorticoso e veloce nel modificarsi. Bisogna dunque essere quanto più flessibili possibile, e soprattutto non dimenticare mai che la curiosità personale è alla base del miglioramento.
 
< Prec.   Pros. >
torna su