Home arrow Career arrow Tutti i profili arrow Andrea Balducci
Career dedicato ai Manager
dello Sport Business e
del Marketing Sportivo
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Andrea Balducci Stampa E-mail
Andrea Balducci Andrea Balducci
Paddle Export Manager
Andrea Balducci, nato a Milano il 27/06/1965.

Attuale posizione:
Paddle Export Manager.

Esperienze lavorative:
- Responsabile Oficina Atención al Jugador, Secciones Profesionales FUTBOL CLUB BARCELONA (2006-2011)
- Addetto stampa FUTBOL CLUB BARCELONA (squadra pallammano) (2003-2006)
- Addetto stampa e web editor campagna elettorale Futbol Club Barcelona di JOAN LAPORTA (candidato vincitore nel 2003 e presidente 2003-2010)
- Web-Editor sito ufficiale FUTBOL CLUB BARCELONA (2003-2006)
- Web-Editor sito ufficiale FC Internazionale (2000-2003) in lingua spagnola
- Web-Editor sito ufficiale Ronaldo R9 (2000-2003) in lingua spagnola
- Agenzia Calciomercato: Corrispondente in Spagna, Data Base e Web Editor (1996-2003)
  1. Cosa ti ha portato a lavorare nell’industria dello sport business?
    • La mia passione per lo sport ed il fatto di vivere a Barcellona, una città dove grazie alla complicità popolare si sono riuscite ad organizzare con grande successo le Olimpiadi del 1992 e dove lo sport ha un ruolo da massimo protagonista nella società. Qui tutti gli sport (non solo il calcio) sono diffusi grazie ad un lungo lavoro e ad una alta competenza e professionalità.
  2. Qual è il livello di professionalità nel settore?
    • Non sempre quello che vorrei. Considero molto nociva la apparizione di nuovi intermediari e gente estranea al mondo dello sport con il solo obiettivo di trarre vantaggio economico. Secondo me, la figura degli agenti, procuratori ed intermediari legali deve essere rappresentata principalmente da ex professionisti o da persone in passato molto legate allo sport in questione e non da nuovi arrivati.
  3. Cosa miglioreresti nel business dello sport?
    • La gestione economica delle società, si spendono e si bruciano in poco tempo i soldi che non si hanno o non si riescono a generare. Mi sembra eccessivo il protagonismo mediatico dato al calcio in detrimento degli altri sport e questo finisce per incidere molto anche a livello economico. Penso che gli sponsor dovrebbero scommettere di più su altre discipline sportive, che oltre ad essere più pulite sono anche molto praticate.
  4. Quali sono i segmenti di questo settore con maggiore possibilità di crescita?
    • Senza ombra di dubbio lo sport del Padel (in Italia Paddle), uno sport che a basso costo attrae tutti tipi di pubblico senza distinzione di età e sesso e che in Spagna è già arrivato a 4 milioni di praticanti. Anche per i centri sportivi si tratta di una attività eonomicamente molto vantaggiosa, essendo i costi di manutenzione bassi. La Spagna deve avere il compito di insegnare lo sviluppo del padel al resto del mondo.
  5. Cosa consiglieresti ad un giovane che voglia entrare in questo settore?
    • Di innovare e credere molto nei suoi principi, non di seguire necessariamente ciò che sembra segnato. Lo sport in questo momento di crisi e di cambi ha bisogno di nuove idee.
 
< Prec.   Pros. >
torna su