Home arrow Career arrow Tutti i profili arrow Claudio Masnata
Career dedicato ai Manager
dello Sport Business e
del Marketing Sportivo
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Stampa E-mail
Claudio Masnata Claudio Masnata
Marketing Manager

F.I.V.E. Bianchi Spa (Treviglio, Bergamo)
Claudio Masnata nato nel 1980.

Attuale posizione:
Marketing Manager presso F.I.V.E. Bianchi Spa (Treviglio, Bergamo).

Esperienze lavorative:
Communication Advisor presso F.I.V.E. Bianchi Spa (da gennaio 2010 a dicembre 2010).
PR person e press officer presso Team Barloworld (da Maggio 2008 a dicembre 2009).
PR e account presso Vitesse snc (agenzia di Comunicazione e marketing - da maggio 2008 a dicembre 2010).
Ciclista professionista (fino al 2008).

Formazione:
Diploma post-laurea in Sport Business Management - SDA Bocconi 2010 (vincitore borsa di studio).
Laurea in Scienze della Comunicazione – Università degli Studi di Torino.
Maturità Classica.
  1. Cosa ti ha portato a lavorare nell’industria dello sport business?
    • Il mio trascorso da atleta professionista (ciclismo), abbinato agli studi in comunicazione e marketing. Poter fare di una passione il proprio lavoro. Nei prossimi anni vorrei poter spaziare anche in altri ambiti e realtà, al di là dello sport. Mi piace rimettermi in discussione, anche se so che può essere un rischio.
  2. Qual è il livello di professionalità nel settore?
    • Come è mia abitudine, preferisco non generalizzare. Per la mia esperienza personale, posso dire di avere avuto il privilegio di lavorare con alcune aziende estere (Barloworld ltd) e manager altamente professionali, soprattutto stranieri , tra i quali sicuramente l'attuale CEO di Bianchi, Bob Ippolito. In Italia, specie nel settore ciclismo, credo manchi una formazione più manageriale/d'impresa, prerogativa invece del movimento anglosassone. A noi italiani è però riconosciuta maggiore creatività e immaginazione, e credo che non sia solo un luogo comune.
      Trovo poi molti agenti e procuratori troppo spesso “inventati”, senza basi e competenze giuridico/economiche.
  3. Cosa miglioreresti nel business dello sport?
    • Ritengo che nella gestione delle squadre e delle aziende, occorra un giusto mix tra profili corporate orientati al business, e individui invece caratterizzati da un background importante in ambito sportivo. Bisogna cercare di raggiungere il massimo dell'efficienza, limitare gli sprechi di materiale e tempo, operare in maniera ecosostenibile e valorizzare le risorse umane. In tema di sponsorizzazioni insisterei sulla ricerca del fitting tra mission dell'azienda ed evento/team/personaggio sponsorizzato. La sponsorizzazione deve avere un senso per avere successo. È un concetto semplice ma non sempre applicato. Inviterei poi a valorizzare l'importanza della comunicazione e del marketing, troppo spesso settori che subiscono tagli nei budget.
  4. Quali sono i segmenti di questo settore con maggiore possibilità di crescita?
    • Sicuramente tutto ciò che ruota intorno alla green strategy, all'attività sportiva ecosostenibile. Ed in questo senso il ciclismo può fare da traino. Bisogna poi investire maggiormente nei social network e nel marketing virale per aumentare l'engagement tra i tifosi/consumatori/fruitori. Credo molto anche nelle opportunità legate al licensing e al merchandising quali fonti di profitto.
  5. Cosa consiglieresti ad un giovane che voglia entrare in questo settore?
    • Non credo di avere ancora l'esperienza né i titoli per dare dei consigli, ma di sicuro lo esorterei ad acquisire una buona formazione economico/finanziaria (i numero contano molto) senza mai trascurare il contatto con la realtà. La teoria conta ma è poi l'execution ad essere fondamentale. Il confronto internazionale è decisivo per crescere e migliorarsi. Bisogna pensare "internazionalmente" e soprattutto non guardare ai guadagni all'inizio. Fissare obiettivi ambiziosi, ma raggiungibili, insegna metodo e fortifica la propria autostima. E poi tanta umiltà...
 
< Prec.   Pros. >
torna su