Home arrow Career arrow Tutti i profili arrow Fortuna Pellegrini
Career dedicato ai Manager
dello Sport Business e
del Marketing Sportivo
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Stampa E-mail
Fortuna Pellegrini Fortuna Pellegrini
Addetto Ufficio stampa e PR Fortuna Pellegrini Communication

(Agenzia Comunicazione)
Fortuna Pellegrini del 1956.

Attuale posizione:
Nel 1997 apre un suo studio di comunicazione e da allora si occupo di ufficio stampa, p.r. e organizzazione di eventi, sponsorizzazioni. Dal 2001 si occupa della Toshiba Divisione Consumer.

Esperienze precedenti:
Nel 1978 in Foote, Cone&Belding, una grande agenzia di pubblicità internazionale, per poi passare alla Troost-Campbell&Ewald.
Nel 1985 inizia la sua collaborazione in Arexons SpA come responsabile della comunicazione e dell'immagine, occupandosi, della sponsorizzazione Ferrari F1 e della sponsorizzazione del Basket Cantù.
  1. Cosa ti ha portato a lavorare nell’industria dello sport business?
    • La casualità. Dopo vari anni trascorsi in agenzie di pubblicità sono entrata in un'Azienda, l'Arexons SpA (prodotti chimici per auto).
      Dal 1985 al 1997, tra le varie attività di comunicazione, ho seguito la sponsorizzazione della Ferrari F1 e della mitica squadra di Basket Cantù.
      Quest'anno, invece, il mio cliente Toshiba ha sponsorizzato il campionato mondiale di Volley e quindi ho seguito l'evento come ufficio stampa e p.r.
      Le pubbliche relazioni in particolare, si sono orientate al coinvolgimento dei top clients di Toshiba.
  2. Qual è il livello di professionalità nel settore?
    • Dipende di quale sport parliamo e quindi dei relativi budget a disposizione. Non sempre ad un elevato budget corrisponde una elevata professionalità. Ritengo che la differenza, in questo caso, viene fatta anche e soprattutto dal livello di passione che le persone coinvolte fanno convergere in questa attività.
  3. Cosa miglioreresti nel business dello sport?
    • Il livello di conoscenza da parte delle aziende delle molteplici opportunità legate al mondo dello sport per aumentare, migliorare, la loro visibilità attraverso le varie discipline sportive. Ovviamente la scelta dello sport al quale dedicare una parte dell'investimento di comunicazione va valutato molto attentamente al fine di coniugare correttamente il proprio prodotto alla disciplina sportiva scelta.
  4. Quali sono i segmenti di questo settore con maggiore possibilità di crescita?
    • Segmenti legati alle donne, le quali avvicinandosi sempre più allo sport, sono potenziali fruitici di messaggi. E parlando invece di segmento pubblicitario vero e proprio personalmente dedico molta attenzione a tutto ciò che è fruibile attraverso il web.
  5. Cosa consiglieresti ad un giovane che voglia entrare in questo settore?
    • La passione prima di tutto, che non deve necessariamente essere legata ad una precisa disciplina, ma allo sport in generale e quindi ai messaggi ad esso legati quali: salute, energia, equilibrio psico-fisico, correttezza interiore ed esteriore, sana competizione, altruismo. L'entusiasmo legato al raggiungimento di obiettivi.
 
< Prec.   Pros. >
torna su