Home arrow Career arrow Tutti i profili arrow Giangabriele Palimento
Career dedicato ai Manager
dello Sport Business e
del Marketing Sportivo
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Stampa E-mail
Giangabriele Palimento Giangabriele Palimento
Addetto Stampa

Calcio Como
Giangabriele Palimento nato a Como nel 1973.

Attuale posizione:
Addetto Stampa Calcio Como.
Libero professionista Consulente Informatico.

Esperienze lavorative:
Da sempre libero professionista in campo informatico.
Grafico e programmatore Web.
Insegnante di informatica.

Formazione:
Diploma di Perito Industriale.
In attesa di Tessera Pubblicista.
  1. Cosa ti ha portato a lavorare nell’industria dello sport business?
    • Sicuramente l’interesse per lo sport e per il calcio in particolare, supportato dal fatto che è capitata l’occasione di poter lavorare per la società e per la squadra alla quale negli anni mi sono appassionato.
  2. Qual è il livello di professionalità nel settore?
    • Come in ogni settore, anche in quello della comunicazione, il livello di professionalità è soggetto a diverse situazioni. Negli ultimi periodi, però, si sta raggiungendo un equilibrio abbastanza standardizzato in quanto anche realtà minori della Lega Pro hanno una certa visibilità e rilevanza.
      Ovviamente non essendoci un interesse da parte dei media pari a quello rivolto verso le categoria superiori, a volte approssimazione e precarietà prevalgono su professionalità ed informazione.
  3. Cosa miglioreresti nel business dello sport?
    • Riferendomi al mio settore credo che meno esasperazione e più qualità gioverebbero assolutamente. Mi riferisco in particolare alla ricerca della notizia in maniera spasmodica e a volte ossessiva da parte degli operatori di informazione. Non è che, a mio avviso, parlando 24 ore su 24 di calcio si fa il bene di questo sport, probabilmente meno presenza nei media ma con argomenti più ricchi di contenuti renderebbero vantaggi a tutto il movimento.
  4. Quali sono i segmenti di questo settore con maggiore possibilità di crescita?
    • Senz’altro l’informatizzazione a tutti i livelli. Società gestite in maniera snella ed immediata possono garantire il miglior risultato con l’ottimizzazione degli sforzi. Il discorso vale in tutti i settori che gravitano intorno ad una società calcistica. A partire dall’aspetto tecnico-atletico (realtà come Milan Lab), fino ad arrivare alla gestione logistica e di magazzino.
      Nel campo dell’informazione già da anni lo sviluppo informatico ha reso più semplice il lavoro di tutti gli operatori sia in termini di velocità sia in termini di diffusione.
  5. Cosa consiglieresti ad un giovane che voglia entrare in questo settore?
    • Non sono giovanissimo ma sono abbastanza nuovo in questo settore, quindi sto ancora cercando di trovare una giusta dimensione che mi permetta di poter proseguire in questa carriera con professionalità e dedizione. Ad un giovane potrei consigliare di non avere da subito grosse aspettative ma di osservare molto. Il mondo del calcio, me ne sto accorgendo nella mia pur brevissima esperienza, vive di equilibri molto variabili, una parola in più o in meno può veramente far cambiare atteggiamenti e relazioni.
      Fondamentale in tutto ciò non è solo la passione che ricopre un ruolo importante, ma anche la voglia di voler imparare a costruire una propria identità in questo mondo.
 
< Prec.   Pros. >
torna su