Home arrow Career arrow Tutti i profili arrow Marco Zamberletti
Career dedicato ai Manager
dello Sport Business e
del Marketing Sportivo
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Stampa E-mail
Marco Zamberletti Marco Zamberletti
Responsabile Marketing & Comunicazione

Pallacanestro Varese Spa
Marco Zamberletti, nato il 30 aprile 1975.

Attuale posizione:
Responsabile Marketing & Comunicazione di Pallacanestro Varese Spa

Formazione:
Laureato in Scienze della comunicazione nel 1999.
Iscritto all'ordine dei giornalisti, albo dei pubblicisti, dal 2002.
  1. Cosa ti ha portato a lavorare nell’industria dello sport business?
    • La passione per lo sport e una laurea in scienze della comunicazione con tesi dedicata alle sponsorizzazioni sportive. In particolare mi sono dedicato ad analizzare il caso atipico nel mondo delle sponsorizzazioni dei ROOSTERS VARESE.
      Era il 1999 e la squadra rinunciò al main sponsor creando un pool di aziende che sfruttavano commercialmente una serie di spazi alternativi. L’aver messo sulle maglie un logo all’americana diede un forte impulso al merchandising. Grazie alla tesi e al fatto che quell’anno la squadra vinse lo scudetto mi fecero ottenere la possibilità di svolgere uno stage. Da li ho iniziato una collaborazione che dura sino ad oggi e che nel corso degli anni mi ha visto crescere professionalmente.
  2. Qual è il livello di professionalità nel settore?
    • Negli ultimi anni è sicuramente cresciuto grazie anche al fatto che sono nati corsi di studio specifici e che le società sportive si sono strutturate come delle vere e proprie aziende.
  3. Cosa miglioreresti nel business dello sport?
    • In taluni casi manca forse il coraggio di investire in questo settore. Molte società sportive dedicano il budget quasi esclusivamente all’allestimento della squadra e non investono in marketing e comunicazione. A mio giudizio investire nel marketing può portare risultati a medio termine che non potranno che incidere positivamente anche sugli altri settori.
  4. Quali sono i segmenti di questo settore con maggiore possibilità di crescita?
    • Nel merchandising siamo ancora indietro anni luce rispetto ad altre nazioni. Si dice che il tifoso italiano non sia propenso a vestirsi con gli indumenti della propria squadra. Sarà in parte anche così, ma l’offerta non è comunque allettante e molte aziende di abbigliamento tecnico non aiutano le squadre a sviluppare questi concetti. Esistono quindi margini di crescita esponenziali.
  5. Cosa consiglieresti ad un giovane che voglia entrare in questo settore?
    • Sicuramente di partire dal basso e di fare tanta gavetta. Le società sportive sono sempre alla ricerca di volontari in molti settori. Se si ha passione per lo sport business occorre avvicinarsi a questo mondo anche svolgendo ruoli marginali. In questo modo si ha la possibilità di fare esperienza e di capire come funzionano queste società. Spesso chi ha in mano un master in marketing sportivo pensa di poter essere già un manager, ma in realtà le società sportive sono un mondo molto complesso con variabili che non possono essere spiegate dai libri, ma che vanno vissute sul campo.
 
< Prec.   Pros. >
torna su