Home arrow Career arrow Tutti i profili arrow Massimo Nardi
Career dedicato ai Manager
dello Sport Business e
del Marketing Sportivo
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Stampa E-mail
Massimo Nardi Massimo Nardi
Direttore Marketing e Comunicazione

Teramo Basket Srl
Massimo Nardi, del 1958.

Attuale posizione:
Dal 2001 ad oggi Direttore Marketing e Comunicazione Teramo Basket Srl

Esperienze precedenti:
1999-2001 Responsabile Marketing Fermana Calcio Spa; 1991-1998 Responsabile Marketing, Comunicazione e Organizzazione interna.
Dal 1997 ad oggi Docente a tempo indeterminato di Filosofia e Scienze dell'Educazione.

Formazione:
Nel 1982 Laureato in Filosofia.
Febbraio-Marzo 1999 Corso di Perfezionamento in Diritto ed Economia dello Sport.
  1. Cosa ti ha portato a lavorare nell’industria dello sport business?
    • La ricerca di una possibilità di lavorare nel mondo dello sport, non nella parte agonistica, ma che ne potesse valorizzare le potenzialità, comunicative, sociali, economiche.
  2. Qual è il livello di professionalità nel settore?
    • Molto "a macchia di leopardo": ci sono persone e società che lavorano bene, con impegno e professionalità, in mezzo a tante altre situazioni che vivono soprattutto di improvvisazione o di attività a brevissimo respiro.
  3. Cosa miglioreresti nel business dello sport?
    • La possibilità di programmazioni pluriennali, l'incremento della cultura d'impresa degli operatori, una maggiore attenzione delle istituzioni sportive, una maggiore sensibilità delle società.
  4. Quali sono i segmenti di questo settore con maggiore possibilità di crescita?
    • a. Se si adottano politiche valide, la cura dello spettacolo "live" e quindi l'incremento degli spettatori presenti e paganti a vario titolo (biglietti, abbonamenti);
      b. Il raccordo fra aspetti commerciali e finalità sociali dell'attività sportiva, anche di base;
      c. La vendita di merchandise (con maggiore tutela giuridica contro le contraffazioni).
  5. Cosa consiglieresti ad un giovane che voglia entrare in questo settore?
    • Dotarsi di una formazione culturale ampia e lasciarsi quella dello sport marketing come una opzione possibile. Finiti gli studi cercare una società, anche di piccole dimensioni, che, anche gratis, gli permetta di mettersi alla prova mostrando ciò di cui è capace, sul campo, facendo vedere quale valore aggiunto è in grado di generare. Dopodichè, in base ai risultati raggiunti e all'esperienza maturata sul campo, proporsi a quella società, o ad altre società, per un incarico professionale vero e proprio.
 
< Prec.   Pros. >
torna su