Home arrow Career arrow Tutti i profili arrow Matteo Di Monaco
Career dedicato ai Manager
dello Sport Business e
del Marketing Sportivo
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Stampa E-mail
Matteo Di Monaco Matteo Di Monaco
Marketing project manager

You First Sports (Madrid)
Matteo Di Monaco, del 1983.

Attuale posizione:
Da due anni lavora in You First Sports, una multinazionale spagnola di Marketing Sportivo e rappresentanza di atleti.

Esperienze precedenti:
Laureato in Economia e gestione aziendale all'Università Cattolica di Milano e Master in Marketing e Comunicazione allo IE di Madrid.
  1. Cosa ti ha portato a lavorare nell’industria dello sport business?
    • Credo che si possa riassumere questo concetto in una sola parola: la Passione e il desiderio di raggiungere i propri obiettivi.
  2. Qual è il livello di professionalità nel settore?
    • Farei riferimento a due periodi in questo caso: pre-crisi e situazione attuale.
      Quando la situazione lo permetteva le aziende entravano in sponsorizzazioni senza di fatto pianificare seriamente la ragione per cui decidevano entrare e il ROI che potevano ottenere dalla sponsorizzazione.
      Attualmente la sponsorizzazione si è convertita in una vera e propria arma strategica in linea con la campagna di comunicazione e marketing e necessita quindi una professionalizzazione per focalizzarsi su ciò che realmente interessa all'azienda (Brand awarness, PR , eventi corporativi, etc.).
  3. Cosa miglioreresti nel business dello sport?
    • A mio parere il livello di preparazione è generalmente basso per quanto rigurda club, federazioni etc. e con riferimento al budget che gestiscono e la potenzialità dei prodotti che offrono pertanto il business sportivo è una disciplina vera e propria che va studiata in tutti i suoi aspetti e la preparazione in questo senso è ciò su cui bisognerebbe cercare di investire maggiormente.
  4. Quali sono i segmenti di questo settore con maggiore possibilità di crescita?
    • Un aspetto che nel nostro paese è davvero ancora poco sviluppato dovuto soprattutto alle strutture di cui disponiamo, parlo di stadi di calcio, è l'offerta di PR in eventi importanti come potrebbe essere una partita di calcio. A Madrid per esempio l offerta di zone VIP nello stadio Santiago Bernabeu, però non solo, nella maggioranza di stadi spagnoli è davvero incredibile, esistono zone private e hospitalities per tutti i tipi di pubblici. La Juventus credo proprio che sia sulla giusta strada: tramite lo strumento stadio sarà in grado di creare una vera e propria immagine di marca costante e vicina al suo target più di quanto non lo sia adesso.
  5. Cosa consiglieresti ad un giovane che voglia entrare in questo settore?
    • È una questione non di settore ma di motivazioni. Credo che quando una persona abbia le giuste motivazioni unite all’ amore per una determinata materia possa dire di trovarsi sulla giusta strada.
 
< Prec.   Pros. >
torna su