Home arrow Focus arrow La costruzione del budget del Coni prevista per il 2010
Focus
Focus gli approfondimenti con ricerche, statistiche, presentazioni e dossier 
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

La costruzione del budget del Coni prevista per il 2010 Stampa E-mail
Tutti i Focus
Logo Coni Presidente del Coni Petrucci Casa Italia Coni - Pechino Atleti
Ogni anno il CONI formula un Budget dei costi e dei ricavi. Abbiamo preso in esame le parti sostanziali del documento di Programmazione 2010, al momento l'unico visibile sul sito dello stesso CONI. Il piano delle fonti dei ricavi è composto dal contributo statale e dal ricavato dato dallo sfruttamento commerciale del marchio Coni.

L'entità complessiva del Budget

Per il 2010 la norma prevede un contributo dello Stato pari ad €/mil. 470, in funzione del quale è stato predisposto il Budget. Dal momento che il budget è redatto anticipatamente rispetto al completamento dell'iter parlamentare in materia di bilancio 2010 dello Stato, l'Ente terrà conto degli eventuali aggiornamenti, qualora fossero necessari. Già dal 2005 il CONI dispone per Legge di risorse dello Stato nella misura di €/mil. 450.
A partire dal 2009, il contributo dello Stato è quello attuale, sulla base della Legge il 28 gennaio 2009. Il CONI ha potuto disporre di risorse dallo Stato per complessivi €/mil 445. (dal Budget annuale 2010 CONI).

I principali ricavi della gestione 2010

I ricavi vengono dallo sfruttamento commerciale e gestione del marchio CONI, in base all'accordo stipulato con la società americana Octagon Inc.. Prevede che si corrisponda al CONI un minimo garantito complessivo di €/mil. 12 a fronte delle attività concesse dall'Ente.
Nel 2010 è previsto il ricavo, relativo al contratto TOP VII stipulato dal CONI con il CIO e valido fino al 2012. Esso prevede che il CONI conceda in esclusiva al CIO la licenza di offrire ai PARTNER TOP l'utilizzo dei propri marchi. Si evidenzia anche la stima dei ricavi raccolti presso terzi a livello locale dalle Strutture Territoriali dell'Ente.

L'impostazione del Budget

Dal 2007, come previsto dal Regolamento di Amministrazione e Contabilità, il budget dell'Ente è unico e ricomprende le risultanze sia della gestione amministrativa centrale, sia di quella relativa alle Strutture Territoriali. Esso viene confrontato con la rimodulazione del Budget 2009 approvata dalle Autorità Vigilanti il 9 aprile 2009. Si segnala a tal proposito che attualmente del totale contributi dello Stato riportato sulla colonna Budget rimodulato 2009 pari a €/mil. 469,9 risultano accertati € mil. 445,1 e che, nell'ambito dei contributi vari all'interno dei costi della produzione, pari a €/mil. 31,4, risultano non ancora assegnati e mantenuti indisponibili € mil. 17,6.

I principali costi della gestione 2010

Per il 2010 si prevedono maggiori costi legati ad attività ed interventi necessari e già definiti. Si avranno costi per il progetto di alfabetizzazione motoria nell'ambito della scuola primaria nazionale, definito in coordinamento con il MIUR.
Come afferma il Presidente Gianni Petrucci da un comunicato dell'AGI/ITAL Press del 15 novembre 2010: "Sono soddisfatto dell'accordo trovato con il Ministro Gelmini che grazie ai 2,5 milioni di euro di finanziamento del ministero darà ancor più fondi al progetto di alfabetizzazione motoria nelle scuole".
Si avranno gli oneri per i Giochi olimpici invernali di Vancouver; la rideterminazione del sistema di sostegno contributivo a favore degli atleti olimpici e di alto livello appartenenti al Club olimpico; i primi giochi olimpici della gioventù di Singapore; la crescita del costo del personale operante presso le Federazioni e regolarizzato secondo gli accordi sindacali; i contributi a fondo perduto finalizzati sia a specifici investimenti in impiantistica sportiva a favore delle Federazioni Sportive, sia all'acquisizione, di un immobile a Milano destinato ad ospitare gli uffici e le attività delle Federazioni Sportive Nazionali.

I trasferimenti alle Federazioni

Per il 2010 i principali costi riguardano i contributi alle Federazioni Sportive Nazionali che sommano €/mil 266, pari al 57% ca. del totale budget CONI.
Risulta aggiornato per il 2010 l'ammontare dei contributi destinati alle Federazioni per il sostenimento dei costi del personale. L'andamento dei contributi a copertura degli stessi rappresenta il principale elemento di crescita delle risorse assegnate alle Federazioni e deriva dagli adeguamenti alle dinamiche contrattuali del costo del lavoro. Il Budget 2010 prevede un naturale incremento del corrispettivo del contratto di servizio con Coni Servizi S.p.A., in considerazione delle maggiori attività richieste alla Società.

Stima della chiusura del budget 2009

Il CONI ha provveduto ad aggiornare il Budget 2009 con un provvedimento trasmesso ed approvato dalle Autorità vigilanti, in considerazione sia dei maggiori contributi stabiliti dallo Stato a proprio favore (da totali € /mil 450 previsti nel Budget originario, a €/mil 470), sia per riflettere nell'andamento della gestione l'accantonamento di quota parte delle stesse risorse dello Stato (€/mil 24,7) rese temporaneamente indisponibili dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.
Ad oggi non vi sono state formalizzazioni da parte dello Stato in ordine all'effettivo contributo che sarà erogato al CONI. Nella fase di stima a chiudere i conti del 2009, si considera l'erogazione complessiva per il 2009 pari a €/mil. 445, già al netto di ca. €/mil. 24,7 oggetto di accantonamento.
In particolare l'Ente, rispetto al Budget rimodulato, provvede:
- per garantire il completamento delle attività sportive e gestionali programmate dalle Federazioni Sportive Nazionali e dagli altri enti finanziati nel 2009, a rilasciare le quote pari a ca. il 2,5%, accantonate in corso d'anno per complessivi €/mil. 5,6;
- all'assegnazione di contributi straordinari ad alcune Federazioni per gli impegni sostenuti nell'organizzazione e nello svolgimento dei recenti Giochi del Mediterraneo di Pescara, complessivamente per €/000 650;
- ad aggiornare i contributi alle Federazioni Sportive Nazionali in relazione ai maggiori costi del personale regolarizzato, nel rispetto degli accordi sindacali, nella misura di € 316000;
- si stima che i provvedimenti comportino maggiori costi in competenza 2009 per complessivi €/mil.6,8 (di cui €/mil 1,2 di effettivi maggiori costi e €/mil. 5,6 legati allo sblocco dei contributi agli enti finanziati), parzialmente assorbiti da economie della gestione per €/mil. 3.
Il risultato stimato è in leggera perdita, per ca. €/mil 3,9 (pari a meno dell'1% del valore della produzione) ed in presenza, come anticipato, di una ipotesi di minori risorse provenienti dallo Stato per €/mil 5 rispetto al 2008 e per €/mil 25 rispetto alle previsioni di legge per il 2009. Tale perdita evidenzia la necessità del CONI, per mantenere inalterati i risultati sportivi ed organizzativi, di disporre di risorse certe nella misura fino ad oggi assegnata di €/mil. 470 (da Budget annuale 2010 CONI).

BUDGET ECONOMICO

Nella tabella viene rappresentato il valore della produzione:

Valore della Produzione
(dati in €/000)
Budget rim.to
2009
Budget
2010
Budget 2010
Bdg rim.to 2009
1. Contributi da parte dello Stato, Enti Pubblici, CIO e di altri Enti (1) 469.984 470.100 116 / 0%
2. Ricavi Commerciali 3.374 5.160 1.786 / 53%
3. Altri Ricavi -   0
4. Ricavi Strutture Territoriali 7.000 9.000 2.000 / 29%
Totale 480.358 484.260 3.902 / 0,8%


(1) Del totale contributi dello Stato riportato sulla colonna Budget rimodulato 2009 pari a €/mil. 469,9 risultano attualmente accertati € mil. 445,1.

Come si evince dai dati su citati, anche dal documento ufficiale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, sono chiari le fonti dei ricavi e da chi vengono erogati, come lo sono anche le voci delle uscite.

scarica il pdf del budget 2010


Focus curato da Sonia Ragozzini
 
< Prec.   Pros. >
torna su