Home arrow Focus arrow I diritti televisivi strumento per cristallizzare la Serie A, a danno dei meriti sportivi?
Focus
Focus gli approfondimenti con ricerche, statistiche, presentazioni e dossier 
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

I diritti televisivi strumento per cristallizzare la Serie A, a danno dei meriti sportivi? Stampa E-mail
soldicalcio.jpg atal2.jpg diritti_tv-calcio.jpg  
31/10/2014 | tratto dal tifosobilanciato.it - Diego Tarì


La simulazione della possibile distribuzione dei diritti televisivi 2015/18 recentemente pubblicata su Tifoso Bilanciato, ci consente di approfondire un tema che, da sempre, appare sottotraccia quando si parla di questo argomento: quali sono pregi e difetti dei criteri di distribuzione? Il sistema adottato dalla Serie A è realmente efficace sul medio periodo? Può essere migliorato?
 
Abbiamo visto che il sistema attualmente in vigore, che discende dalla cosiddetta “Legge Melandri”, provvede a ripartire i soldi attraverso un mix di variabili: una quota comune a tutti (40%), una legata al seguito che le squadre hanno (30%) ed una ai risultati sportivi (30%).
Affacciandoci in Europa, non si può non notare che gli altri ragionano in maniera abbastanza diversa.









 






















































 
< Prec.   Pros. >
torna su