Home arrow Focus arrow Sponsor di maglia dei principali club di calcio d'Europa
Focus
Focus gli approfondimenti con ricerche, statistiche, presentazioni e dossier 
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Sponsor di maglia dei principali club di calcio d'Europa Stampa E-mail
Tutti i Focus
Barcellona Qatar Mannschaft Inter Manchester United Aon-home-shirt

Le cifre della serie A e quelle dei club delle prime cinque Leghe europee


Il declino del calcio italiano si fa sentire anche nel settore delle sponsorizzazioni. Secondo uno studio di Sport+Markt gli incassi della malandata Serie A in fatto di sponsor per le maglie da gioco non sono neanche lontanamente paragonabili a quelli della Premier League inglese e la Bundesliga tedesca. Le 20 squadre della Premiership hanno preso il comando della speciale classifica con 128 milioni di euro superando le 18 squadre della massima divisione tedesca, seconde con un incasso totale di 118,5 milioni di euro. E l’Italia? La Serie A, forse colpita nella credibilità dallo scandalo Calciopoli e successivamente alle prese con una crisi di competitività (cinque scudetti consecutivi vinti dall’Inter) e con stadi sempre più inadeguati, è terza con 65,9 milioni di euro davanti al campionato francese (58,8 milioni) e a quello spagnolo (57,5).

Gli sponsor di maglia in Italia

La sponsorship di maglia italiana di questo campionato viene analizzata da Studio Ghiretti e da Sporteconomy.it. Per quanto riguarda i club con le sponsorizzazioni dal più alto budget elargito dagli sponsor per il marchio sulla maglia, troviamo ai primi posti il Milan, l'Inter e Juventus. Il team con il maggior contratto è il Milan con 12 milioni di euro dal nuovo partner Fly Emirates. Tra il partner tecnico Adidas e la compagnia di bandiera emiratina, inoltre, si svilupperanno attività di co-marketing. Pirelli, invece, è stabilmente lo sponsor sulla casacca dell’Inter, con un budget stimato di 9,2 milioni di euro. Cifra che la Juventus supera ma con lo sdoppiamento dell’esposizione sui due marchi: BetClik per circa 8 milioni, nelle gare con la maglia principale e Balocco, per circa 1,5 milioni di euro, nelle gare con la seconda maglia. Secondo i dati pubblicati da Sportenomy.it, dopo Milan, Juventus e Inter per valore di sponsorizzazione segue il Napoli: il marchio dell´Acqua Lete sulle maglie vale, infatti, 5,5 milioni. A seguire la Roma con un cachet erogato da Wind che si aggira intorno ai 4,5 milioni di euro. Il Cagliari,invece, ricava dal marchio Dahlia Tv 2,5 milioni, che è il primo sponsor di maglia, e 1,6 milioni dalla Regione Sardegna. La Sampdoria riceve dalla sponsorizzazione 2,5 milioni all’anno dal marchio Erg. 1,5 milioni in totale per tre sponsor a rotazione sulle maglie del Chievo: Merkur Win, Banca Popolare di Verona, Paluani. Vale la stessa cifra il contratto di Iziplay per le maglie del Genoa. L´Udinese ha siglato contratti con Dacia (primo sponsor, 900mila euro), Tipicamente Friulano (in casa, 250mila euro) e Lumberjack (per le trasferte, 200mila euro). Per il Bologna 750mila euro da Bigpoker.it, e 400mila dal secondo sponsor di maglia Cerasarda. Per il Bari 800mila euro dalla Banca Popolare di Bari e 250mila da RadioNorba. Il Parma riceve dagli sponsor 1,25 milioni da Navigare e Banca Monte Parma. Un milione di euro per "Energia Siciliana" sulle maglie del Catania, la stessa cifra per "Eurobet" del Palermo.

Aereo Milan Fly Emirates

Indagine Sport+Markt: sponsor di maglia all’estero

Per quanto riguarda, invece, le cifre delle sponsorizzazioni di maglia in Europa (abbiamo ripreso un articolo uscito su Impresa Semplice l’8 gennaio 2011, che riprende una ricerca di una nota azienda di comunicazione), quest'anno hanno generato investimenti per 470,7 milioni di euro, +75 milioni rispetto solo a un anno fa (+19%). Il dato emerge da un indagine di Sport+Markt sui sei campionati europei più importanti (Italia, Inghilterra, Germania, Francia, Spagna e Olanda). Una conferma delle potenzialità e dell’interesse che gli sponsor di maglia suscitano nei grandi investitori, pur essendo in fase dell’economia mondiale immobile. Come si evince dal monitoraggio di Sport+Markt «Le prime dieci squadre per valore di maglia sviluppano affari per 187 milioni di euro, la parte residua degli investimenti viene suddivisa tra circa 110 club di piccole e medie dimensioni. Il primato spetta al Barcellona, che, nelle ultime settimane, ha stretto un rapporto quinquennale con la Qatar Foundation per 166 milioni di euro. I catalani incasseranno 30 mln a stagione, senza considerare l'anticipo di 16 mln di euro già versati per il campionato in corso, nonostante il contratto sia ufficiale solo dalla data del prossimo 1° luglio. I catalani superano i tedeschi dello Schalke04, legati da tre anni a Gazprom per 25 mln di euro annui. Il colosso russo degli idrocarburi spenderà complessivamente 100 milioni di euro in cinque anni». Il Manchester United ha sostituito nel 2011 la compagnia assicurativa Aig, con la società di consulenza sempre americana Aon, che pagherà circa 23,6 milioni di euro a stagione. La banca internazionale Standard Chartered elargisce 23 milioni di euro per diventare il nuovo sponsor di maglia del Liverpool. Analizzando i dati di Sport+Markt si nota che, dopo tre anni di stagnazione negli investimenti (tra il 2007-8 e il 2009-2010), c’è stata una crescita esponenziale guidata dal calcio inglese e spagnolo. Basti pensare che il Barcellona quest’anno ha firmato il contratto più importante mai firmato nella storia del calcio internazionale. Per quanto riguarda le squadre inglesi sia il Liverpool, sia il Manchester United, nonostante cambi di proprietà e le incrinazioni nei rapporti con i tifosi si è, comunque, riusciti ad arrivare alla firma di contratti di sponsorizzazione nettamente superiori a quelli precedenti. Questa è una conferma della strategicità delle sponsorizzazioni di maglia che vengono utilizzate da molte aziende per usufruire appieno della comunicazione promo-pubblicitaria. In Europa la squadra più ricca, invece, è lo Schalke 04 con 25 milioni di euro all’anno da Gazprom con un accordo politico e sportivo. Le istituzioni tedesche hanno stretto accordi commerciali nel distretto della Ruhr con il premier russo Vladimir Putin, che ha portato il marchio sulle maglie della squadra di riferimento della zona. E perciò in Germania è la divisa blu dell’Adidas a fregiarsi del marchio più ricco nel panorama delle partnership commerciale nei campionati europei.

Focus curato da Sonia Ragozzini
 
< Prec.   Pros. >
torna su