Home arrow Ultime interviste arrow Eventi e media arrow Crescono on-line i lettori sportivi della rosa
Interviste Sport Manager ai Protagonisti dello
Sport Business italiano e del Marketing Sportivo
Abbonamento ai Feed RSS di Ultime IntervisteFeed RSS
NAVIGA NELLE CATEGORIE:
Cerca nelle interviste
I TAG DELLE INTERVISTE
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Crescono on-line i lettori sportivi della rosa Stampa E-mail
Ottobre 2009
Intervista a Sergio Abate Head of Department di Gazzetta.it
Sergio Abate SERGIO ABATE
Head of Department di Gazzetta.it

Gazzetta.it continua a crescere: il sito web del quotidiano sportivo più venduto in Italia vede ogni giorno crescere il numero dei propri utenti, attestati ormai sui 750.000 di media giorno, e cresce anche il numero degli inserzionisti pubblicitari. Rilevante anche il numero dei 440.000 iscritti alla community Gazza Space.

Sul sito web della Gazzetta dello Sport ogni realtà sportiva viene seguita con una propria home page ed approfondita più di quanto possa avvenire sul quotidiano stampato: questo è il classico vantaggio dell’on-line al quale l’abile team di gazzetta.it, di cui editore incaricato è Sergio Abate, ne sanno affiancare tanti altri ampliando le potenzialità offerte dal web 2.0 per coinvolgere sempre più ogni singola community dello sport.
Sponsornet: Lei è l’Head of Department del sito www.gazzetta.it da tre anni: che ruolo svolge precisamente? Chi sono i suoi collaboratori?
Sergio Abate: Diciamo che, nel gergo giornalistico, sono l’editore incaricato del sito web della Gazzetta dello Sport; sono il responsabile degli aspetti manageriali, “lato azienda”. Poi c’è il direttore del sito web che è lo stesso del giornale, Carlo Verdelli, mentre il responsabile della redazione on line è Diego Antonelli. Gazzetta.it è nata 12 anni fa proprio con lui.

Sponsornet: Quanti sono attualmente in media i visitatori giornalieri del sito?
Sergio Abate: Il sito, fortunatamente è in crescita: Gazzetta.it conta in media 750.000 visitatori unici al giorno Ma nell’ultimo mese di settembre, in concomitanza con la ripresa della stagione sportiva e del campionato di serie A, abbiamo raggiunto il miglior risultato di sempre con una media giorno di 860.000 visitatori. L’edizione inglese conta in media 400 mila utenti unici al mese.

Sponsornet: Il profilo del vostro utente medio è maschile coincide con quello del lettore della versione stampata?
Sergio Abate: Rispetto a quello standard che ha un’età compresa tra i 25 e i 44 anni, sull’on line attiriamo anche i giovani dai 18 ai 25. E poi è presente anche una buona percentuale di donne, circa il 30%, e una percentuale di 20% di accessi dall’estero sul sito italiano. Quindi in buona parte i target coincidono ma il numero di diplomati e laureati resta maggiore sul web rispetto al la versione stampata.

Sponsornet: La vostra strategia verso gli utenti cerca di coinvolgerli il più possibile attraverso vari servizi ed attività, incrociando anche le diverse aree del portale e facendo rimandi con il quotidiano stampato.
Sergio Abate: Cerchiamo di ottenere una sinergia e uno sviluppo armonico tra le due realtà però cerchiamo di tenerne separati i contenuti perché ci sembra giusto, così, di valorizzare entrambe. Possiamo affermare ormai, senza superbia, di non essere nella media ma di rappresentare un’eccezione. Il sito e il quotidiano stanno crescendo in maniera armonica e parallela.

Sponsornet: Come si articola la redazione di Gazzetta Tv?
Sergio Abate: Per quanto lavori in modo specifico sul sito web tutta la redazione è sempre integrata con i giornalisti di gazzetta tant’è vero che, come ho già detto, il responsabile del sito fa capo al direttore di gazzetta.

Sponsornet: Oltre alle sezioni dedicate ai vari sport, il sito riscuote enorme successo con Gazzetta Tv: quali contenuti trasmettete grazie alle nuove frontiere della web tv?
Sergio Abate: Gazzetta tv ha un’offerta importante primariamente per quanto riguarda gli eventi dei quali acquisiamo i diritti e di cui poi trasmettiamo gli highlights cioè i video di sintesi, che in media durano 2-3 minuti cioè la media standard di fruizione di un video su internet. Sto parlando degli highlights dei più importanti campionati di calcio europei: serie A, B, Premier League, Liga Spagnola. Poi ci sono quelli del MotoMondiale, per tutte le classi (500, 250 e 125) l’Euroleague di basket, tutti i principali sport invernali e la Superbike. Oltre a questo produciamo internamente, video-rubriche, come quella di calcio mercato tenuta da un nostro esperto e video chat realizzate nei nostri studi web-televisivi all’interno della sede di Rcs a Milano: l’utente può collegarsi e assistere all’intervista che proponiamo a un noto sportivo e grazie alla chat può rivolgergli, in diretta, delle domande. Si tratta di solito di calciatori o piloti e manager sportivi ma a volte ci permettiamo anche di ospitare personaggi dello spettacolo, come è successo a settembre con Vasco Rossi. Inoltre abbiamo i video tg che includono 4-5 notizie sul mondo dello sport e le video news che in “verticale” affrontano e approfondiscono una determinata notizia.
Sponsornet: Oltre alla web tv, ogni giorno tanti appassionati di sport possono interagire grazie al forum di gazzetta.it. Quando è nato? Quanti iscritti conta fino ad oggi?
Sergio Abate: Stiamo parlando di Gazza Space, la nostra community lanciata 2 anni fa. Inizialmente si potevano solo commentare gli articoli che venivano pubblicati. Ad oggi abbiamo raggiunto 440.000 registrati. E siccome siamo una testata giornalistica moderiamo tutti i contenuti generati dai nostri utenti. Anche se questo può leggermente limitare l’interazione, è per noi necessario per elevarne la qualità. Il “mondo Gazzetta” vuole così accogliere appassionati, tifosi e amanti dello sport che in modo positivo cercano di relazionarsi con Gazzetta e soprattutto tra di loro.
Gazzetta.it Sponsornet: In home page c’è Sport Linx la sezione dalla quale è possibile accedere ai contenuti del Coni e di circa 30 Federazioni sportive; partite dall’alto fino a raggiungere quelle degli sport minori per cercare di sensibilizzare proprio tutte le varie community sportive.
Sergio Abate: A circa un anno dalla nascita di Gazza Space abbiamo pensato di svilupparla ulteriormente rivolgendoci direttamente ai praticanti, anche a livello amatoriale, dello sport e quindi abbiamo pensato di collaborare con il Coni e, per ora, 33 federazioni sportive. Partendo dall’alto, vogliamo arrivare alle società dilettantistiche. Sport Linx è una specifica area che fa parte di Gazza Space all’interno della quale il Coni e le varie federazioni possono caricare direttamente i loro contenuti, foto, video e comunicati. È un progetto vincente e la nostra ambizione è quella di trasformare la community di gazzetta nella community di tutto lo sport italiano. Per questo vogliamo coinvolgere sempre più realtà sportive.

Sponsornet: Riguardo il problema dei ritorni economici, per voi, utenti e pubblicità sono in crescita. Come stanno procedendo test e verifiche riguardo la possibilità di offrire contenuti a pagamento? Già avete provato con le news sul palmare o micro pagamenti per alcuni highligts. Che possibilità di successo ci sono?
Sergio Abate: Gazza Town è la nostra sezione dedicata all’ e-commerce nella quale vendiamo prodotti di merchandising sportivo. Abbiamo poi un servizio edicola e con varie formule di abbonamento vendiamo il giornale in formato digitale. Quanto ai contenuti a pagamento, dopo solo 90 minuti dalla fine delle partite, offriamo gli highligths delle serie A a pagamento, con un abbonamento mensile di 4 euro. (diventano invece free e visibili da tutti il giorno dopo che si sono disputate le relative partite). E posso dire che per ora questo sistema sta procedendo discretamente bene. E’ un tema sul quale tutti gli editori stanno facendo approfondite riflessioni ma si tratta di una frontiera da scoprire e analizzare ancora.
chi è

Sergio Abate nasce a Milano 43 anni fa.
Il Suo percorso professionale si basa essenzialmente su esperienze nel Mondo dei Media e dei New Media, con particolare riferimento alle Aree Tematiche Intrattenimento e Sport. Nel 1997 lavora in Telepiù come Responsabile Ufficio Stampa Telepiù 2 (Canale Sport), dal 1997 al 1999 all’Inter F.C. come Responsabile Organizzativo di Inter Campus, dal 1999 al 2000 in Omnitel come Channel Manager Sport, dal 2000 al 2001 in E-Bismedia come Marketing Manager de “Il Nuovo.it”, dal 2001 al 2006 in 3 Italia SpA come External Channel Director de La 3 TV e Direttore Responsabile di “Oggi 3”, fino ad approdare nel 2006 in RCS Digital come Head of Department de “La Gazzetta dello Sport.it”.
 
< Prec.   Pros. >
torna su