Home arrow Ultime interviste arrow Eventi e media arrow Mondiali Pentathlon: tanto prestigio ma scarso budget
Interviste Sport Manager ai Protagonisti dello
Sport Business italiano e del Marketing Sportivo
Abbonamento ai Feed RSS di Ultime IntervisteFeed RSS
NAVIGA NELLE CATEGORIE:
Cerca nelle interviste
I TAG DELLE INTERVISTE
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Mondiali Pentathlon: tanto prestigio ma scarso budget Stampa E-mail
Agosto 2012
Intervista a Camillo Franchi Scarselli fondatore di Atleticom
Camillo Franchi Scarselli Camillo Franchi Scarselli
fondatore di Atleticom

"Complessivamente partecipano all'evento 46 nazioni provenienti da tutti e cinque i continenti, con un totale di circa 230 atleti. In Italia gli appassionati sono meno di 6ooo, ma un brand potrebbe ugualmente, con un investimento non troppo elevato, trovarsi promosso in ben cinquanta paesi"
leggi chi è | azienda
Negli ultimi anni, l'Italia, in tema di organizzazione di eventi europei e mondiali, si è resa protagonista di sonore bocciature. Basti pensare agli europei di basket e di calcio, alla coppa del mondo di rugby, alla bocciatura nel 2007 di Napoli in occasione dell'America's Cup, o, in ultimo, all'auto esclusione, decisa dal governo tecnico di Monti, alle Olimpiadi del 2020. L'Italia sconta, infatti, grossi ritardi sia in termini di capacità professionali sia in termini di costruzioni di impianti e infrastrutture moderni. Quest'anno, però, due eventi daranno un momento di internazionalità al nostro paese, uno relativo ai Campionati del Mondo di Pentathlon Moderno che si terranno a Roma dal 7 al 13 maggio, e l'altro relativo alle due tappe dell'America's Cup, nella tratta napoletana e veneziana. Di seguito l'intervista a Camillo Franchi Scarselli, fondatore di Atleticom e Presidente del Comitato Organizzatore dei Campionati del Mondo di Pentathlon Roma 2012. Nonostante possa rappresentare una piccola rivincita dopo la cancellazione della candidatura del 2020, e nonostante sia un evento di prestigio che simula una mimi olimpiade, il Comitato organizzatore deve ancora coprire le esigenze dell'intero budget non avendo trovato le istituzioni sportive alleate.
Atleticom è Comitato Organizzatore dei prossimi Campionati del Mondo di Pentathlon Moderno 2012, che si terranno a Roma dal 7 al 13 maggio. Come la sua attività di editore on line per lo sport e di produttore di una piattaforma di web tv giunge all'organizzazione di quest'evento?

Camillo Franchi Scarselli: Atleticom, nasce nel 2000 in occasione delle Olimpiadi di Sidney e diviene in poco tempo partner ufficiale di 7 Federazioni Sportive Italiane e di alcune Leghe Sportive, gestendo con professionalità attività web e progetti legati al mondo della comunicazione e all'organizzazione di eventi sportivi internazionali. Nello specifico del Pentathlon Moderno, Atleticom è già stata organizzatrice della Champion of Champions del 2011, una gara rivolta ai primi 18 uomini e alle prime 18 donne del ranking mondiale, organizzata a Catania nell'ottobre del 2011 e premiato dall'UIPM (la Federazione Internazionale) come migliore evento del 2011.

torna alle domande
Si tratta di un evento mondiale, di caratura olimpica, al momento unico in Italia, qual è la prassi da seguire per attivare una valida candidatura?

Camillo Franchi Scarselli: Abbiamo accompagnato la Federazione al congresso di Nizza per presentare il nostro progetto, poi approvato all'unanimità dalla Federazione Internazionale (UIPM). Sostanzialmente, in principio esiste un questionario da compilare e consegnare all'UIPM, che procede così ad una prima scrematura. In seguito, la stessa Federazione deciderà di votare, in Assemblea in maniera palese, un progetto o un altro.

torna alle domande
Di fatto, che significa organizzare una vera e propria micro olimpiade?

Camillo Franchi Scarselli: Impegni, dal punto di vista logistico, ce ne sono davvero tanti, visto che il Pentathlon è una gara composta da cinque discipline: scherma, nuoto, salto ad ostacoli e un combinato di tiro con pistola laser e corsa. Lo sforzo organizzativo è dunque importante e poggia su due basi logistiche separate. Abbiamo difatti, a nostra disposizione, una piscina scoperta di 50 metri al centro sportivo dell'Acquaniene. A meno di due kilometri, all'ippodromo militare di Tor di Quinto stiamo costruendo una struttura di 1500 metri quadrati destinata alla scherma. Sempre là le restanti discipline, che si svolgono sempre nel corso della stessa giornata.

torna alle domande
Quante nazioni partecipano e quanti atleti sono stati selezionati?

Camillo Franchi Scarselli: Complessivamente partecipano all'evento 46 nazioni provenienti da tutti e cinque i continenti. Solo gli Atleti che dispongono di un determinato punteggio nel ranking mondiale possono partecipare. In totale saranno circa 230.

torna alle domande
Quante persone sono impegnate complessivamente nel sostenere l'evento?

Camillo Franchi Scarselli: Come staff organizzativo, l'organigramma conta di 45 persone impegnate, poi circa 60 giudici tra nazionali e internazionali e diverse altre squadre, tra cui i 20 tecnici provenienti dalla Sardegna, per la gestione dei 35 cavalli che da là arriveranno. Poi oltre 80 volontari per le diverse mansioni nelle due venue e al quartier generale.

torna alle domande
Pentathlon Olympics 2012 Strutture e costi sono a totale carico dell'organizzazione?

Camillo Franchi Scarselli: Il comitato è tenuto ad accogliere le Federazioni fin dal loro arrivo a Fiumicino. Il nostro quartier generale è l'NH Midas, ex Jolly Midas Hotel, che abbiamo occupato totalmente in vista dell'evento. Oltre il vasto staff prima citato, ci sono anche i dirigenti stessi delle società da dover ospitare, ma a tal riguardo, ogni Federazione paga una quota di iscrizione, che copre, in parte, i costi logistici.
I costi principali sono rappresentati dagli affitti degli impianti sportivi, i loro allestimenti e i cavalli. "Noleggiare" 35 cavalli idonei, con tutto lo staff necessario, è davvero un impresa a sé, che deve includere maniscalco, veterinari, ambulanze, strutture, parco ostacoli... Un evento nell'evento.

torna alle domande
Continuando sulle uscite, le strutture che ospitano le gare, sono anche queste a vostro carico totale, o avete ricevuto degli aiuti che vi permettono di affrontare più facilmente gli investimenti?

Camillo Franchi Scarselli: Tutto è a carico dell'organizzazione. Stiamo chiudendo, proprio in questi giorni alcuni contratti di collaborazione, che ci permetteranno di sostenere parte della spesa. Uno fra tutti è l'accordo con Carmimari, specialista nella fornitura di attrezzature schermistiche. Da loro avremo le pedane e gli apparati segna stoccata. Dalle istituzioni un solo aiuto, ma fondamentale: un finanziamento di 260 mila euro dal Sottosegretariato della Presidenza del Consiglio dei Ministri, pari circa al 45% del budget totale.

torna alle domande
Scherma Dal punto di vista istituzionale c'è voglia di sostenere l'evento?

Camillo Franchi Scarselli: Ci sentiamo supportati dagli enti nazionali, ma non siamo ancora sicuri di ricevere alcun contributo. Cerchiamo a tutti i costi di chiudere vicini al pareggio, ma il momento non è dei più felici. Riponiamo speranze in possibili aiuti da parte della Capitale: il Pentathlon è difatti una seconda occasione per Roma, una piccola rivincita dopo la cancellazione della candidatura del 2020.

torna alle domande
Prevedendo un importante impatto mediatico, chi gestirà l'evento dal punto di vista della comunicazione?

Camillo Franchi Scarselli: Abbiamo circa 40 testate interessate a seguire la manifestazione sportiva; anche la BBC ci ha chiesto un sostegno logistico per delle dirette il 12 e 13 maggio. Per quanto riguarda il piccolo schermo, siamo infatti noi stessi produttori dell'evento televisivo. AtleticomTv produrrà a proprie spese e con strutture proprie i contenuti televisivi, trasmessi in diretta o in differita nei vari canali Tv o WebTv dei paesi che ci hanno chiesto il segnale, come Ungheria, Russia, Cina, Inghilterra. In Italia, sarà RaiSport a ritrasmettere la manifestazione, ma non sappiamo se sarà trasmesso in diretta o differita.

torna alle domande
Salto a ostacoli In termini di audience, quanto, questi paesi potranno definirsi produttivi?

Camillo Franchi Scarselli: In Russia e in diversi paesi dell'Est Europa, il Pentathlon è sport obbligatorio durante il servizio militare. Io stesso ho visto un notevole pubblico sugli spalti, ma non abbiamo ancora una stima ufficiale della possibile audience. Sappiamo per certo, che il media preferito per seguire l'evento risulta essere il web, dove a costi più bassi è possibile riscontrare una maggiore efficienza in termine di distribuzione. L'Italia ha perso terreno dopo gli anni 90, quando finita la generazione dei nostri grandi campioni, la Federazione ha cercato di ricostruire la qualità. Ora la nostra squadra può aspirare al podio olimpico.

torna alle domande
Rispetto all'impatto mediatico, trattandosi di uno sport di nicchia, esiste, comunque, la possibilità di garantire ottima visibilità ad un brand?

Camillo Franchi Scarselli: Il problema del Pentathlon sta proprio nella sua divulgazione. Per le società sportive, non è facile disporre di tutti questi impianti e dei rispettivi tecnici; è uno sport che costa molto da ogni punto di vista, ma in alcun paesi è, invece, il primo avviamento allo sport, utile a individuare le eccellenze in una di queste cinque discipline. Nonostante ciò, il profilo dell'appassionato risulta medio alto. In Italia sono meno di 6ooo gli appassionati, ma un brand potrebbe ugualmente, con un investimento non troppo elevato, trovarsi promosso in ben cinquanta paesi. Oltretutto, il Pentathlon vive di una comunicazione web e dunque di operazioni ben individualizzate e facilmente quantificabili in termini di guadagno.

torna alle domande


Intervista a cura di Cristiana Trezza

chi è

Camillo Franchi Scarselli, nato il 26 genn. 1961.
Fondatore e Amministratore Delegato di Atleticom dalla sua fondazione.
azienda

Dalle Olimpiadi di Sydney (2000) Atleticom è partner di molte Federazioni sportive, per le quali gestisce le attività editoriali e commerciali sul web. Edita 12 portali web, tra cui quelli di otto federazioni sportive e 18 canali WebTv, per trasmettere in diretta eventi sportivi e istituzionali.
 
< Prec.   Pros. >
torna su