Home arrow Ultime interviste arrow Gli sponsor arrow Accompagniamo nel tempo le nostre passioni
Interviste Sport Manager ai Protagonisti dello
Sport Business italiano e del Marketing Sportivo
Abbonamento ai Feed RSS di Ultime IntervisteFeed RSS
NAVIGA NELLE CATEGORIE:
Cerca nelle interviste
I TAG DELLE INTERVISTE
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Accompagniamo nel tempo le nostre passioni Stampa E-mail
Febbraio 2010
Intervista a Stefano Martini Responsabile della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca
Stefano Martini STEFANO MARTINI
Responsabile della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca

"La motivazione della pura presenza del brand è legata al ruolo del credito che è piuttosto delicato, proporre in un momento di svago una soluzione ai propri problemi finanziari sarebbe del tutto fuori luogo, rischieremmo un effetto boomerang. Preferiamo agire inconsciamente, puntando sui sentimenti di simpatia, fiducia e sicurezza, suscitati dalla costante presenza del marchio".
Nell’ambito delle aziende che sono presenti nel settore del credito al consumo, Findomestic è uno dei pochi che crede nelle potenzialità dello sport come media per raggiungere il grande pubblico e lo fa affiancandosi da anni al campionato del Pallavolo Femminile di Serie A, maturando visibilità e soddisfazioni.
Ce ne racconta i contenuti di questa scelta colui che l’ha ideata, l’ha sostenuta nel tempo e ne guida il settore Marketing da quasi dieci anni, Stefano Martini dalla sede principale di Firenze.
Sponsornet: Fidomenstic, leader italiana nel settore del credito, è da tempo legata al mondo del Volley Femminile, come è nata l’unione tra una potente finanziaria e una Lega sportiva “minore”?
Stefano Martini: L’iniziativa di prendere contatti con enti sportivi “minori”, diversi quindi da Calcio, Moto GP e Formula 1, risale al dicembre del 2001, anno in cui ci siamo avvicinati all’Atletica leggera, al Canottaggio, al Basket e alla Pallavolo. Inizialmente con la Lega Volley Femminile abbiamo intrapreso una relazione di partnership, per poi diventare title sponsor, come lo siamo tutt’ora.

Sponsornet: Cosa differenzia il ruolo del partner da quello di title sponsor?
Stefano Martini: Semplicemente la forza del legame tra l’ente ed il brand, durante la fase di partnership, la Findomestic era solo uno sponsor di secondo grado, oggi invece, è lo sponsor principale, il “titolare”.

Sponsornet: Quali sono i motivi che hanno portato a questo cambiamento?
Stefano Martini: Innanzitutto i risultati, la Lega Volley Femminile ha conseguito successi maggiori rispetto ad altri Club sportivi, ci ha dato molte soddisfazioni e perciò è stata privilegiata. In un clima di crisi, e di conseguenti riduzioni di budget e di investimenti, abbiamo mantenuto una sponsorship così forte solo con il mondo della Pallavolo femminile.

Sponsornet: Come valutate questi risultati, secondo quali parametri?
Stefano Martini: La stima dei risultati, di cui si occupa, per noi, la società Immagine & Sport, segue principalmente l’indice di visibilità . Si tratta di una valutazione in termini di ritorni economici derivanti dall’ esposizione del marchio su determinati media, tenendo presente la quantità di tempo in cui è visibile il marchio, e la copertura di quel mezzo. Quindi se i risultati sono positivi, aumenta la visibilità della Lega e del nostro marchio e di conseguenza il ritorno economico.

Sponsornet: Questa relazione tra visibilità del marchio e ritorno economico è una relazione passiva, nel senso che Findomestic si accontenta delle presenza del brand e non intraprende attività commerciali di sempling a supporto di quelle di sponsorizzazione diretta. Quale è il motivo di questa scelta?
Stefano Martini: La motivazione è legata al ruolo del credito che è piuttosto delicato, proporre in un momento di svago una soluzione ai propri problemi finanziari sarebbe del tutto fuori luogo, rischieremmo un effetto boomerang. Preferiamo restare passivi, ed assicurarci una notorietà pura del brand. O meglio, preferiamo agire inconsciamente, puntando sui sentimenti di simpatia, fiducia e sicurezza, suscitati dalla costante presenza del marchio.
Sponsornet: Per quanto riguarda altre attività di comunicazione del marchio, come la pubblicità in occasione di eventi sportivi, come vi comportate?
Stefano Martini: Inizialmente intervenivamo in occasione di avvenimenti sportivi di rilievo, ma l’esperienza ci ha insegnato che tali attività non sono remunerative, e quindi piuttosto che apparire con pubblicità irregolari proponiamo una presenza costante. Lo facciamo su testate importanti come la Gazzetta dello Sport , Il Corriere dello Sport e QS dove poniamo il nostro marchio sopra le classifica, e questa è presenza pura e come tale la sfruttiamo.

Sponsornet: Per quanto riguarda il discorso dei testimonial?
Stefano Martini: Anche qui preferiamo non intervenire. In questo ambito il problema è duplice, da una parte c’è la questione della scarsa visibilità, dall’altra c’è la scarsa credibilità. In altri termini, significherebbe legarsi ad una giocatrice che pochi vedrebbero e che nessuno crederebbe aver bisogno di un finanziamento. Quindi, un altro possibile boomerang.

Sponsornet: Non insisto, la Vostra è presenza istituzionale, ora è chiaro. Ma quanto investite in comunicazione in termini di percentuale rispetto al fatturato?
Stefano Martini: La domanda non è facile, perché il fatturato di una finanziaria è altissimo, siamo sui 6.000.000.000 di euro, ma l’utile è tutt’altro, in ogni caso l’investimento totale in comunicazione ammonta a 1.000.000 di euro circa. Non è una cifra alta rispetto al fatturato, ma lo è sicuramente rispetto al budget della concorrenza.
Findomestic
Sponsornet: Come si comporta il mercato delle finanziarie in termini di sponsorizzazioni sportive?
Stefano Martini: Considerando che siamo stati i primi a perseguire un processo di multisport, abbiamo goduto del vantaggio del pioniere nell’ambito degli enti sportivi “minori”, perciò i nostri imitatori hanno dovuto aspettare che abbandonassimo il campo prima di poter intervenire, ma a farlo non sono stati i nostri concorrenti. Di loro non c’è traccia nel mondo sportivo.

Sponsornet: Adesso invece, forti delle esperienze degli ultimi nove anni, avete intenzione di riprendere in mano progetti di sponsorizzazioni multisport?
Stefano Martini: Per il momento continueremo a perseguire solo questa strada che ha giovato molto a noi, ma anche alla Lega Volley Femminile, che dalla nostra presenza ha avuto la possibilità di contare su un introito continuativo nel tempo.
chi è

Stefano Martini 52 anni, responsabile della Comunicazione Corporate di Findomestic Banca.
Vi è dal 1987, praticamente quasi dall’inizio della nascita della società che ha iniziato la sua attività nel 1985. Dal 1990 è Responsabile della Comunicazione della Società. Stefano Martini è stato il promotore del progetto Findomestic e lo Sport, lanciato nel 2002 e a tutt’oggi ancora attivo, di cui ancora ne ha la responsabilità. Il Campionato vinto dalla Scavolini Pesaro e che vede la Findomestic come title sponsor della Findomestic Volley Cup di serie A1 e A2 ha reso partecipe Stefano Martini, Resp. della Comunicazione Corporate di Findomestic e l’On. Mauro Fabris, Presidente della Lega Volley Femminile, della consegna della coppa alla società campione d’Italia proprio in casa dell’Asystel Novara nel 2009.
azienda

Findomestic Banca è tra le società leader in Italia nel credito al consumo ed è specializzata nell’attività di credito alle famiglie, sotto forma di prestiti personali, credito sul punto vendita e gestione di carte di credito. Di recente, dicembrte 2009, è passata sotto il controllo di maggioranza di BNP Baribas Personal Finance, nome commerciale Cetelem, da cui 25 anni fa ha preso il know how, trainando di fatto tutto il comparto verso un modo di fare credito al consumo assolutamente innovativo e moderno.
 
< Prec.   Pros. >
torna su