Home arrow Ultime interviste arrow Gli sponsor arrow Le sneackers del Fashion nello sport per affetto
Interviste Sport Manager ai Protagonisti dello
Sport Business italiano e del Marketing Sportivo
Abbonamento ai Feed RSS di Ultime IntervisteFeed RSS
NAVIGA NELLE CATEGORIE:
Cerca nelle interviste
I TAG DELLE INTERVISTE
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Le sneackers del Fashion nello sport per affetto Stampa E-mail
Maggio 2010
Intervista ad Dino Pizzuti Product/Brand Manager di Zeis Excelsa spa
Dino Pizzuti DINO PIZZUTI
Product/Brand Manager di Zeis Excelsa spa

"La nostra natura non è il fitness, ma in linea con le tendenze del mercato, abbiamo sviluppato tipologie di prodotti adatti sia ad un consumatore casual, che a quello sportivo, sia ad un atleta interessato a prodotti qualitativamente alti".
L’impegno nello sport è ormai una costante di molte aziende radicate nel territorio di appartenenza.
È il caso di Zeis Excelsa, realtà industriale consolidata nell’area marchigiana da ormai sessant’anni, che ha appoggiato un club importante come l’Ascoli Calcio. Ci parla delle scelte di sponsorizzazione Dino Pizzuti dalla sede di Montegranaro.
Sponsornet: Quando nasce il gruppo Zeis?
Dino Pizzuti: La Zeis Excelsa nasce nel 1948, anno in cui mio nonno, Dino Pizzuti, ha fondato un piccolo laboratorio artigianale calzaturiero a Montegranaro. Nel tempo, grazie al kown how acquisito in sessant’anni d’esperienza Zeis Excelsa è diventata una realtà industriale internazionale con capacità non solo produttive, ma in modo sempre più preponderante distributive e commerciali.

Sponsornet: Quali sono le dimensioni di Zeis nel 2010?
Dino Pizzuti: Oggi Zeis conta più di 500 dipendenti, fra sede e gruppo Retail, possiede diversi stabilimenti produttivi di proprietà in Italia e in Europa (Slovacchia e Romania), e ha realizzato importanti collaborazioni nel Far East. La Zeis Excelsa attuale è, inoltre, proprietaria di una fitta rete di negozi dislocati su tutto il territorio nazionale ed europeo per un totale di 89 punti vendita.

Sponsornet: Nello specifico quali negozi possedete?
Dino Pizzuti: Oggi, la divisione Retail conta, tra Italia ed estero, diversi punti vendita tra cui: 40 Docksteps Store, 12 negozi monomarca (9 Merrell store, 1 Bikkembergs Store e 2 Samsonite Store), nonchè la prestigiosa catena di concept store ZeisHouse presente in dieci città italiane. Inoltre, per la gestione degli stock l’azienda ha aperto negli anni 27 Outlet. Infine avendo una importante divisione Kids al suo interno, comprensiva di tutti i marchi del portafoglio, sono stati aperti due negozi esclusivi per il mondo bimbo: uno Zeis House Kids e un Docksteps Store Kids.

Sponsornet: Quindi il gruppo Zeis gestisce una serie di marchi?
Dino Pizzuti: Sì, esattamente, siamo un’azienda multibrand. Abbiamo diversi marchi divisi tra contratti di proprietà, licenze e contratti di distribuzione. I marchi storici di proprietà sono Cult e Docksteps ai quali si aggiungono: Bikkembergs, di cui abbiamo la licenza mondiale per la produzione e distribuzione di calzature e accessori, Virtus Palestre, brand di abbigliamento, accessori e calzature appena acquisito, che trae ispirazione fra tutti gli sport che gravitano nelle palestre, Merrell e HarleyDavidson con i quali abbiamo un contratto di distribuzione per il territorio italiano. L’ultime due acquisizioni sono: Sebago, noto brand per il quale produciamo e commercializziamo calzature da barca per il territorio italiano e Samsonite (leader mondiale nella valigeria) di cui abbiamo la licenza per produrre e commercializzare in tutto il mondo. Infine abbiamo altre due licenze derivate dal mondo corsa: Sabelt e Aston Martin Racing.

Sponsornet: Come dimensione siete tra le più importanti del distretto di Montegranaro?
Dino Pizzuti: Beh c’è il Gruppo Della Valle, che come fatturato è sicuramente superiore alla Zeis, ma in un distretto che da sempre ha prodotto eccellenze nel settore calzaturiero, ci poniamo come azienda di riferimento.

Sponsornet: La Zeis è presente nel business sportivo come protagonista di sponsorship territoriali, è il caso dell’Ascoli Calcio. Come è nato questo legame?
Dino Pizzuti: La decisone di intraprendere l’attività di sponsorizzazione dell’Ascoli Calcio è figlia di passione per questo sport e amore per questa squadra. La nostra è un’azienda marchigiana molto radicata nel territorio, perciò la scelta di legare i nostri marchi storici Docksteps e Cult a questa squadra deriva principalmente da fattori affettivi. Per l’Ascoli Calcio siamo stati per due anni fornitori ufficiali di calzature per il tempo libero e abbiamo prodotto anche scarpe con il logo ed i colori dell’Ascoli. Oggi invece vestiamo staff e giocatori con calzature Virtus Palestre.
Sponsornet: Per quanto riguarda, invece, l’aspetto economico, che ritorni promette questa sponsorizzazione?
Dino Pizzuti: Beh, quando si lega il proprio marchio ad una squadra che milita in un campionato di Serie B, si sa che non ci si può aspettare alti ritorni in termini di visibilità. Quindi l’obiettivo è sfruttare il contesto sportivo per fortificare la relazione con il cliente. Mi riferisco all’organizzazione di eventi, alla cura dell’area hospitality e a tutte quelle operazioni che possono favorire il b2b.

Sponsornet: Non avete pensato di sondare attività di sponsorizzazione in realtà extra-territoriali?
Dino Pizzuti: Sì certo, siamo stati sponsor della Juventus, come fornitori ufficiali di scarpe casual con il marchio Docksteps, e dell’Inter con il marchio Bikkembergs e per due anni fornitori ufficiali di calzature (compresi i così detti numeri giganti) della nazionale di basket con il brand Cult, in partnership con la Federazione Italiana Basket. Ma in questo momento preferiamo sostenere realtà locali, e non mi riferisco solo all’Ascoli Calcio, ma anche al Sutor Basket Montegranaro, squadra locale di Serie A, che da questa stagione siamo tornati a supportare, dopo molti anni di assenza, quando siamo stati anche primo sponsor.

Sponsornet: Quindi, tali investimenti più che valutati in termini di visibilità vanno letti in un’ottica di “affettività” con alcune community sportive?
Dino Pizzuti: È ovvio, ma le spiego, noi spendiamo annualmente dai 7 ai 10 milioni in comunicazione, quindi la visibilità dei nostri marchi è certa, ma per lo sport è diverso, in quest’ambito preferiamo dare onore alle nostre radici.
Cult
Sponsornet: I vostri prodotti sono adatti a soddisfare le esigenze di un cliente sportivo?
Dino Pizzuti: La nostra natura non è il fitness, ma in linea con le tendenze del mercato, abbiamo sviluppato tipologie di prodotti adatti sia ad un consumatore casual, che a quello sportivo, sia ad un atleta interessato a prodotti qualitativamente alti. Mi riferisco Virtus Palestre, brand che attraverso strategie di marketing mirate stiamo, oggi, promuovendo con successo sul mercato.

Sponsornet: Quanto sentire la concorrenza di marchi sportivi come Nike, Adidas e Puma?
Dino Pizzuti: Parecchio. Prima, brand mondiali come Nike, Adidas e Puma producevano solo calzature sportive, tecniche, oggi le loro sneakers sono entrate nel panorama di calzature per il tempo libero, e questo ha comportato un notevole aumento della loro quota di mercato. Ma è chiaro che bisogna saper mettere in campo delle contromisure, e perciò noi abbiamo creato prodotti con un giusto mix fra sport e fashion.

Sponsornet: Quindi non conviene seguire la strada di questi marchi?
Dino Pizzuti: Secondo me far guerra a questi brand è un inutile spreco di risorse, quello che è importante è capire come si evolve il mercato e il gusto del consumatore finale e interpretare i cambiamenti con risposte mirate, concrete e tempestive.
chi è

Dino Pizzuti, nato nel 1978 vive e lavora a Montegranaro.
Dal 2005 ricopre il ruolo di Product Manager - Brand Manager per la Cult Zeis Excelsa spa, nel settore calzaturiero. Ha la gestione completa di tutte le collezioni sviluppate dall’azienda. Si è laureato in Economia Aziendale all’Università di Bologna.
azienda

Nel 1948 Dino Pizzuti fonda la Zeis Excelsa in un piccolo laboratorio artigianale di calzature, a Montegranaro, nelle Marche; in 60 anni la crescita continua ha creato una realtà industriale che produce e distribuisce i propri prodotti in oltre 30 paesi. All'inizio degli anni ‘80 Zeis Excelsa crea la divisione Retail che conta, tra Italia ed estero, oltre 50 punti vendita Docksteps Store, la prestigiosa catena di concept store ZeisHouse, a Roma e Milano i negozi monomarca Merrell. Attraverso la divisione Zeis Kids, l'azienda copre il mercato dei giovanissimi con i marchi Docksteps - Cult - Sonora - Merrell - HarleyDavidson e Bikkembergs.
Azienda ormai internazionale, Zeis Excelsa ha realizzato importanti unità produttive in Europa, Slovacchia e Romania, e nel Far East. Oggi l'azienda sta sviluppando progetti di diversificazione produttiva anche nell'abbigliamento e negli accessori. Con l'ingresso della terza generazione della famiglia Pizzuti si stanno ponendo le basi di un ulteriore sviluppo dell'azienda. I maggiori settori del Gruppo, i reparti Vendite e Stile, sono concentrati nella sede centrale di Montegranaro.
 
< Prec.   Pros. >
torna su