Home arrow Ultime interviste arrow I club arrow AC Siena: la leva del turismo per diffonderne i colori
Interviste Sport Manager ai Protagonisti dello
Sport Business italiano e del Marketing Sportivo
Abbonamento ai Feed RSS di Ultime IntervisteFeed RSS
NAVIGA NELLE CATEGORIE:
Cerca nelle interviste
I TAG DELLE INTERVISTE
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

AC Siena: la leva del turismo per diffonderne i colori Stampa E-mail
Novembre 2013
Intervista a Valentina Mezzaroma vice presidente Ac Siena
Valentina Mezzaroma Valentina Mezzaroma, vice presidente Ac Siena

"Il nostro intento è quello di sfruttare il fatto che questa sia una bellissima città turistica per far conoscere sempre di più il nostro marchio. A tal proposito è stata spostata la sede del nostro negozio in una via di intenso passaggio per i principali flussi turistici"
leggi CHI È
Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un inizio di "svecchiamento" della classe dirigenziale dei club professionistici italiani di calcio sia di serie A che di serie B. A conferma di questa evoluzione, troviamo, a ricoprire il ruolo di vice Presidente dell’AC Siena, Valentina Mezzaroma, e il fratello Massimo nel ruolo di Presidente, dopo l’acquisizione da parte della famiglia Mezzaroma del Siena Calcio circa due anni fa. Una delle poche donne nel management di club professionistici, Valentina ha compreso l’importanza di far parte di una bellissima città d’arte, quale Siena, e di conseguenza quella di utilizzare il turismo per far conoscere sempre di più il proprio marchio. Inoltre sta avviando delle collaborazioni con la Società Basket Siena nella realizzazione di iniziative promozionali, visto già il buon esito di quella che prevede la riduzione del costo del biglietto a 10 euro quando si gioca nella stessa giornata.
Abbiamo incontrato la giovane Valentina in una di quelle giornate dedicata all’azienda di famiglia nella loro sede romana.
Valentina, lei è una delle poche donne nel management di club professionistici. Nell’Ac Siena segue da vicino anche l’area marketing: come arriva a questa esperienza?

Valentina Mezzaroma: Ho la responsabilità di direttore commerciale della società immobiliare di famiglia con sede a Roma. La mia esperienza nel settore marketing è frutto della mia creatività, non avendo avuto altre esperienze in questo settore, anche se sono stata sempre appassionata ad esso. Il marketing è fonte di business ed è fondamentale gestirlo correttamente per far si che un brand sia visibile. Mi piace curare l’aspetto estetico della nostra squadra e voglio che i nostri giocatori si presentino bene in qualsiasi occasione. La mia esperienza nasce nel gennaio 2010 quando sono stata incaricata di scegliere la maglia della squadra lavorando in rapporto diretto con il nostro sponsor tecnico Kappa. La scelta della maglia è fondamentale, prevede uno studio approfondito soprattutto sui materiali e un parere femminile sicuramente è stato utile. Sono stati molto soddisfatti della mia scelta.

torna alle domande
I presidenti delle Società danno poca credibilità all’area marketing, fornendo budget e risorse umane scarse. Com’è organizzato il settore marketing nell’Ac Siena?

Valentina Mezzaroma: L’area marketing è gestita da me e dal responsabile del settore Guglielmo Ascheri. Vengono fatti briefing in ufficio ed il Presidente viene coinvolto per alcuni aspetti decisionali. Curiamo molto i rapporti con l’ufficio stampa. Secondo me è importante creare sempre qualcosa di innovativo che riesca a far divertire i tifosi, per questo ci tengo molto all’organizzazione degli eventi e a tenere ottimi rapporti con i nostri sponsor istituzionali. Per quanto riguarda l’area puramente commerciale ci avvaliamo della collaborazione dell’agenzia pubblicitaria G Sport.

torna alle domande
Che tipo di iniziative organizzate? Si tratta di eventi per i tifosi o anche per gli sponsor?

Valentina Mezzaroma: Organizziamo eventi principalmente per i tifosi come la presentazione della squadra, la presentazione delle maglie, la festa per la promozione in Serie A dove c’erano Belen e la Santarelli a condurre. Anche organizzare eventi significa fare marketing, ed è un modo per far si che la nostra città non sia considerata solo la perla della Toscana, ma che possa essere esportata nel mondo e conosciuta anche dal punto di vista calcistico.

torna alle domande
Potrebbe essere interessante legare il successo promozionale del calcio agli aspetti turistici e alla passione dei senesi per il Palio

Valentina Mezzaroma: Calcio e turismo sono due mondi che possono trovare punti di contatto interessanti, mentre calcio e Palio sono due passioni molto diverse e distanti che non possono sovrapporsi in alcun modo.

torna alle domande
Tifosi Ac Siena Siena è, appunto, conosciuta principalmente come una città d’arte, ma il brand Ac Siena è forse quello meno noto, quali sono i metodi che utilizzate per accrescere la vostra visibilità?

Valentina Mezzaroma: E’ giustamente conosciuto il brand basket per i sui ripetuti successi in Italia e in Europa, ma undici anni tra Serie A e Serie B hanno affermato il calcio come immagine di Siena nello sport di alto livello. Il nostro intento è quello di sfruttare il fatto che questa sia una bellissima città turistica per far conoscere sempre di più il nostro marchio. A tal proposito è stata spostata la sede del nostro negozio in una via di intenso passaggio per i principali flussi turistici. In questo modo avremo una maggiore capacità di attrarre visitatori italiani e stranieri che acquisteranno i nostri gadget ed esporteranno il nostro marchio. Per la prossima estate sicuramente le entrate saranno triplicate grazie alla posizione strategica del nostro negozio.

torna alle domande
Una posizione strategica nel centro storico dovrebbe averla anche la sede sociale, in Italia quasi sempre trascurate sia per il contesto che per cura dei dettagli evocativi della storia dei club stessi: dov’è quella dell’Ac Siena?

Valentina Mezzaroma: Si trova nei pressi dello stadio. E’ uno di quei palazzi antichi molto piccoli. Vorremmo cambiarla e soprattutto renderla più funzionale. Ripeto, l’aspetto estetico è importante per noi. Abbiamo ricevuto molti complimenti dai giornalisti e dai presidenti delle squadre avversarie per la nostra accoglienza.

torna alle domande
Per le attività promozionali verso i turisti potrebbe lavorare in collaborazione proprio con Basket Siena: come sono i vostri rapporti con il Club presieduto da Minucci e con il quale condividete la gestione dello stesso sponsor?

Valentina Mezzaroma: I rapporti con la Società Basket Siena sono ottimi, collaboriamo nella realizzazione di iniziative promozionali, come ad esempio la riduzione del costo del biglietto a 10 euro quando giochiamo nella stessa giornata. Stimo molto il Presidente Minucci, è in gamba, è il numero uno del basket in Italia.

torna alle domande
merchandising Ac Siena Ritornando al negozio, immagino che la maggior parte delle vendite siano legate alla divisa della squadra: quanto costa la prima maglia?

Valentina Mezzaroma: La nostra prima maglia costa circa 80 euro. I materiali utilizzati dalla Kappa sono di ottima qualità e sono all’altezza dei competitor internazionali Nike ed Adidas.

torna alle domande
Il vostro sponsor tecnico Kappa vi fornisce materiale o anche una parte economica?

Valentina Mezzaroma: E’ soltanto il nostro fornitore di materiale. Ci fornisce maglie, calzoncini, giacche, tute, gadget e ora stiamo lavorando per sviluppare di più il settore dell’abbigliamento femminile, spesso poco curato. All’inizio dell’anno scegliamo dal loro catalogo tutto il materiale che ci servirà per la stagione calcistica, mentre ulteriori contatti con lo sponsor durante l’anno avvengono solo in casi eccezionali, quando vengono creati prodotti innovativi.

torna alle domande
Com’è il rapporto con i vostri tifosi: i senesi sono numerosi allo stadio? In quanti si sono abbonati?

Valentina Mezzaroma: Certo, sono numerosi, abbiamo 8.000 abbonati. Considerando che nel nostro stadio la capienza è di 15.000 persone, 3.000 posti sono riservati al settore ospiti, 8.000 sono gli abbonati, ne rimangono solo 4.000 da vendere ancora. Quest’anno per incentivare l’affluenza delle famiglie allo stadio abbiamo promosso l’abbonamento ad un euro per gli under 14 e gli over 65. Solitamente il nostro stadio è sempre pieno, sebbene non accogliente come uno stadio moderno.

torna alle domande
A proposito di stadi moderni, anche voi del Siena avete in progettazione un nuovo stadio. I modelli possibili sono due: quello anglosassone in cui lo stadio è considerato un contenitore polifunzionale; e quello a cui si ispira lo stadio della Juve, che ha la costruzione della parte commerciale all’esterno. Voi a quale modello vi ispirerete?

Valentina Mezzaroma: Il nostro stadio seguirà il modello della Juve, ovviamente non con la stessa capienza. Pensiamo di realizzarlo sempre in zona centrale in modo da poterlo raggiungere a piedi. I progetti dei nuovi stadi cercano di ispirarsi a quelli anglosassoni per avere al proprio interno più servizi destinati a pubblici differenti. Mi piacerebbe creare nel nostro stadio uno spazio simile a quelli presenti negli stadi inglesi, che fosse un luogo sia per fare acquisti sia un punto di ritrovo per ogni tipo di tifoso e che fosse un centro polifunzionale contenente al suo interno servizi che a Siena mancano, come ad esempio un cinema multisala. Inoltre, vorrei anche costruire il museo del Siena e un corner all’interno dello Stadio con un mega store del nostro sponsor.

torna alle domande


Intervista a cura di Cristiana Trezza

chi È

Valentina Mezzaroma nata nel 1976.
Diplomata al liceo classico, studi universitari.
Amministratore nelle aziende del Gruppo Mezzaroma e vice presidente dell'Ac Siena.
 
< Prec.   Pros. >
torna su