Home arrow Ultime interviste arrow I club arrow Sponsor & basket: ottimi ritorni se programmati nel tempo
Interviste Sport Manager ai Protagonisti dello
Sport Business italiano e del Marketing Sportivo
Abbonamento ai Feed RSS di Ultime IntervisteFeed RSS
NAVIGA NELLE CATEGORIE:
Cerca nelle interviste
I TAG DELLE INTERVISTE
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Sponsor & basket: ottimi ritorni se programmati nel tempo Stampa E-mail
Ottobre 2009
Intervista a Stefano Maria Silvestri Responsabile marketing della Lottomatica Roma fino a giugno 2011
Stefano Maria Silvestri STEFANO MARIA SILVESTRI
Responsabile marketing fino a giugno 2011 della Lottomatica Roma
Il responsabile marketing della Lottomatica Roma descrive la strategia del club capitolino, leader nel nostro campionato di basket, tra i team non di proprietà del title sponsor, nella qualità e nel valore degli affiancamenti in sponsorizzazione.
Sponsornet: Come suddividete i vostri sponsor e partner? in base a quali parametri?
Stefano Silvestri: Quando si elabora un marketing plan vengono individuati i format di sponsorship con relativa visibilità, strumenti di comunicazione, pr e attività collaterali. nel nostro caso abbiamo title sponsor, co-sponsor, partner, sponsor tecnico, sponsor settore giovanile, fornitori ufficiali e media partner. Come spesso accade, gli sponsor principali danno una contribuzione in denaro, mentre con alcuni fornitori ufficiali ci sono accordi di “cambio merce”.
Ogni format viene modulato su una base standard e poi sviluppato con tutti gli strumenti in possesso della società in relazione agli investimenti da parte delle aziende. E’ chiaro che i diversi livelli di sponsor sono contraddistinti da diversi livelli di visibilità.

Sponsornet: Come avviene la ricerca degli sponsor? vi affidate ad agenzie e/o consulenti?
Stefano Silvestri: Più che ad una singola agenzia preferiamo coordinare l’apporto di più professionalità. Pertanto, la prima ricerca avviene attraverso il monitoraggio e lo studio del mercato delle aziende che investono nello sport o che possono essere interessate ad associare il loro brand ed attività allo sport ed in particolare alla nostra società. Inoltre attraverso vari fonti e canali veniamo a conoscenza dei budget delle aziende in comunicazione. Infine non mancano collaborazioni, senza esclusiva, con varie agenzie che gestiscono le sponsorizzazioni delle loro aziende clienti così come consulenze da parte di professionisti che operano nello sport.

Sponsornet: Nella ricerca riscontrate maggiori difficoltà oggi che in passato?
Stefano Silvestri: Fino ad un certo punto. In primis perché le aziende che si sono legate a noi ci restano fedeli e continuano a sponsorizzare la società occupando vari settori merceologici attraverso le esclusive. Negli altri settori merceologici mancanti, troviamo le stesse difficoltà di sempre in quanto molte aziende strategicamente non sono interessate in particolare al basket. sicuramente la tanto conclamata crisi sta producendo anche nel settore sportivo una contrazione attualmente consistente degli investimenti.

Sponsornet: Riuscite a mantener il vostro carnet degli sponsor nonostante la concorrenza delle squadre di calcio cittadine?
Stefano Silvestri: Certo che la presenza del calcio si sente, ma non c’è vera concorrenza perchè il nostro pubblico, di livello sociale e culturale medio-alto, mantiene intatto lo specifico interesse per il basket.

Sponsornet: Quanto incide in percentuale la sponsorizzazione sul budget annuale della società?
Stefano Silvestri: Circa il 30 per cento.
Sponsornet: Come riuscite a coprire l’altra parte del fabbisogno?
Stefano Silvestri: Con altre forme di ricavi come i diritti televisivi, gli incassi da biglietteria, il merchandising, royalties, eventi collaterali e per la gran parte da versamento soci. In particolare c’è da sottolineare che, a differenza di quanto accade nel calcio, i ricavi per diritti televisivi sono irrisori senza giustificazione logica di mercato: il basket è pur sempre il secondo sport di squadra più seguito in Italia.
Virtus Roma 200 Sponsornet: E quanto pesa di più lo sponsor di maglia rispetto agli altri?
Stefano Silvestri: Chiaramente lo sponsor di maglia garantisce una visibilità molto prestigiosa. la veicolazione delle immagini sulla stampa, su i media tutti permettono una visibilità dai confini lontanissimi; inoltre permette anche una conservazione della memoria storica. Infatti, grazie ad una ricerca commissionata ad un’agenzia specializzata di livello europeo, abbiamo capito come al nostro sponsor di maglia l’investimento gli abbia garantito, in termini di visibilità commerciale e di valore del costo/contatto introiti maggiori di almeno tre volte e anche di più.

Sponsornet: Quali attività promozionali fate con gli sponsor all’interno e fuori dall’arena?
Stefano Silvestri: Numerose sono le attività e azioni sia all’interno che all’esterno dell’arena in base anche al settore merceologico in cui opera l’azienda sponsor. in particolare facciamo distribuzione di materiale promo pubblicitario, esposizione di auto, dimostrazioni di funzionamento di prodotti tipo videogiochi, organizzazione di brevi workshop aziendali, degustazioni enogastronomiche, attività di sampling, organizzazione di mostre fotografiche ed altro. Le occasioni di incontri b2b e le iniziative di co-marketing tra gli sponsor hanno sortito buoni risultati per i nostri partner.

Sponsornet: In merito alla vostra esperienza, quanto vi ritenete soddisfatti del rapporto con gli sponsor e del loro apporto economico?
Stefano Silvestri: Personalmente mi ritengo molto soddisfatto. Chiaramente una società sportiva professionistica ha sempre bisogno di reperire nuove risorse economiche per garantire una costante crescita del progetto tecnico, la continuazione delle azioni intraprese così come lo sviluppo di nuove attività e quindi della società stessa. La bontà del lavoro svolto e’ testimoniato da rapporti duraturi e pluriennali con le aziende che instaurano con il club delle vere e proprie partnership. Le stesse aziende entrando in contatto tra loro valorizzano ulteriormente i loro investimenti attraverso accordi commerciali e di co-marketing creando un importante valore aggiunto.
chi è

Da subito ingaggiato da Toti nel 2001 per costruire l’area marketing della Virtus Roma, Stefano Maria Silvestri (con precedenti esperienze anche nel calcio serie A, nel Torneo Sei Nazioni di Rugby e nel volley femminile, un presente con docenze al master sul management sportivo dell’Università di Tor Vergata), appare soddisfatto del lavoro svolto con gli sponsor e fiducioso sulle forti potenzialità del basket in termini di visibilità e ritorno degli investimenti.
 
< Prec.   Pros. >
torna su