Home arrow Ultime interviste arrow Le aziende arrow 15 anni di tecno: dalle vibrazioni alla spara-palloni
Interviste Sport Manager ai Protagonisti dello
Sport Business italiano e del Marketing Sportivo
Abbonamento ai Feed RSS di Ultime IntervisteFeed RSS
NAVIGA NELLE CATEGORIE:
Cerca nelle interviste
I TAG DELLE INTERVISTE
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

15 anni di tecno: dalle vibrazioni alla spara-palloni Stampa E-mail
Settembre 2011
Intervista a Pierpaolo Lucchetta fondatore di Globus Italia
Pierpaolo Lucchetta Pierpaolo Lucchetta, fondatore di Globus Italia

"Hanno prestato la loro immagine per i nostri elettrostimolatori e pedane vibranti anche Trapattoni, Kakà e Alonso e molti altri. Sono i primi ad innamorarsi dei prodotti che proponiamo"
leggi CHI È | AZIENDA
Prosegue il nostro cammino nella scoperta delle aziende italiane che dedicano la loro attività all'introduzione di piccole ma significative innovazioni nella tecnologia applicata allo sport. È questo il caso della Globus Italia che in quindici anni di attività è riuscita a ricavarsi uno spazio nel mercato internazionale delle attrezzature per la fisioterapia ed il fitness. Fondata dall’ex pallavolista Pierpaolo Lucchetta, l'azienda trevigiana ha, negli ultimi tempi, aggiunto la novità delle macchine spara-palloni.
Come nasce Globus Italia e di cosa si occupa?

Pierpaolo Lucchetta: L'azienda nasce nel '95, io sono il socio fondatore. Come giocatore di pallavolo della nazionale per molti anni (due olimpiadi), ho portato tutto il mio background soprattutto per quanto riguarda la preparazione fisica, e tutti i contatti maturati con i preparatori atletici per testare quali tecnologie fossero le più efficienti; quando ho smesso di giocare, già conoscevo alcune tecnologie come l'elettrostimolazione applicata allo sportivo ad alto livello. Siamo stati i primi, assieme ad alcuni concorrenti stranieri, a lanciare l'elettrostimolazione in Italia, che anni fa ebbe un boom. Attraverso una rete di agenti abbiamo raggiunto i negozi e formato i commercianti sull'utilizzo degli elettrostimolatori applicati allo sport.

torna alle domande
Siete stati tra i pionieri in Italia a produrre questo tipo di applicazione: qual è attualmente il mercato di riferimento e come avviene la distribuzione al dettaglio? Quali altre aree di prodotto commercializzate?

Pierpaolo Lucchetta: Abbiamo più di 1.000 punti vendita, negozi che vendono articoli sportivi, sanitari e alcune tipologie di farmacie. All'elettrostimolazione si aggiungono prodotti per l'ultrasuono-terapia per dare supporto al fisioterapista ma anche all'utilizzo personale da casa. Produciamo e commercializziamo prodotti appartenenti a tre aree diverse: quelli per la fisioterapia medicale, la bellezza ed il fitness, con la Pedana Vibrante, che è tra i best-products, e infine prodotti Sport Technology.

torna alle domande
Santos Vanderlei e Ze Roberto In particolare, che tipo tecnologia per lo sport?

Pierpaolo Lucchetta: Tecnologie avanzate applicate al mondo dello sport, come le macchine spara-palloni sia per la pallavolo sia per il calcio. Grazie al nostro ufficio Ricerca e Sviluppo abbiamo progettato e brevettato e realizzato una macchina altamente tecnologica che abbiamo fornito nel calcio a Club come Juventus, Inter, Boca Junior, Botafogo e la Nazionale Italiana, mentre nella pallavolo a tutti i Club e nazionali più importanti al mondo. Per questo prodotto d'allenamento richiestissimo, abbiamo raggiunto un rapporto qualità-prezzo eccezionale, e sul quale nutriamo forti aspettative anche per i club di categorie inferiori, che stanno iniziando a conoscere la macchina. Nella pallavolo la Globus Winshot è davvero necessaria perché, come è noto, simula tutti i tipi di battuta per allenare la ricezione e la difesa, in modo rapido ed efficiente. La Globus Eurogoal, per il calcio spara la palla a più di 140 Km orari con tutti gli effetti tipici del calcio, sia per allenare i portieri e sia per simulare cross, calci d’angolo e palle inattive.

torna alle domande
Quanto incidono queste tre aree sul fatturato?

Pierpaolo Lucchetta: Su un fatturato di 5-6 milioni di euro, lo sport technology incide solo per il 15%, la parte medicale il 40%, per il resto il mondo dell'home, dell'estetica e del fitness. Abbiamo 25 dipendenti, esclusi la produzione e gli agenti. Il 35% del nostro fatturato proviene dall'estero, abbiamo una filiale in Brasile e una negli Usa. Le aziende lungimiranti, in un momento di grande crisi come questo, devono saper differenziare oltre ai prodotti anche i mercati e avere la forza di confrontarsi con competitor stranieri. Il mondo sta diventando sempre più piccolo.

torna alle domande
Andrea Giani Qual è la concorrenza, per le vostre apparecchiature?

Pierpaolo Lucchetta: Nel mondo del calcio non ne abbiamo una vera e propria, con prodotti della nostra stessa qualità e brevettati. Anche per gli elettrostimolatori, l'unico concorrente è un'azienda americana. Alcune italiane, dopo il boom, sono uscite dal mercato o sono state acquistate da holding americane.

torna alle domande
Nel caso dei prodotti di sport technology, come per gli spara-palloni, il vostro interlocutore non è più il negoziante ma il club?

Pierpaolo Lucchetta: Sì, e negli ultimi anni c'è stata una grande espansione da parte dei club esteri che acquistano le nostre tecnologie, a marchio italiano, considerandole nettamente superiori a tutte le altre. Sviluppiamo anche software per la preparazione dei programmi di allenamento e l'informatizzazione dei dati che forniamo ai club di calcio e pallavolo e ai singoli preparatori atletici e fisioterapisti.

torna alle domande
Un mercato in cui la differenza la fa l'innovazione, continuate ad investire in R&S?

Pierpaolo Lucchetta: Certamente, investiamo almeno il 5%, includendovi anche le innovazioni sulle applicazioni, e quindi i nuovi prodotti. Abbiamo uffici adibiti alla ricerca e sviluppo sia qui dal punto di vista tecnologico, che in Brasile per le applicazioni. In generale l'elettronica ed i microprocessori stanno subendo ulteriori evoluzioni con conseguenti miglioramenti delle prestazioni e dei livelli di costo.

torna alle domande
Manuela Levorato Passiamo agli aspetti relativi alla comunicazione: quali media privilegiate?

Pierpaolo Lucchetta: Siamo supportati da un'agenzia di Pubbliche Relazioni e raggiungiamo i diversi target attraverso riviste specializzate, del settore medicale o sportivo. Investiamo in comunicazione il 7% del fatturato. Non dimentichiamo però che anche la comunicazione sta cambiando. Gli utenti cercano su internet le soluzioni più adatte alle varie esigenze e così abbiamo appena inaugurato un sito sul quale, grazie a collaborazioni giornalistiche e con esperti di settore, informiamo sulle problematiche che i nostri prodotti possono risolvere, dalla cellulite, alle rughe etc. (www.globusbeautyplanet.it).

torna alle domande
Scegliete anche tra i campioni dello sport, i testimonial che vi affianchino?

Pierpaolo Lucchetta: Sì, alcuni noti pallavolisti, anche del passato, ed allenatori. Ma hanno prestato la loro immagine per i nostri elettrostimolatori e pedane vibranti anche Trapattoni, Kakà e Alonso e molti altri. Sono i primi ad innamorarsi dei prodotti che proponiamo.

torna alle domande

Intervista curata da Bianca Angrisani

chi è

Pierpaolo Lucchetta, nato a Conegliano (TV) nel 1963. Ha conseguito una Laurea in Economia e Commercio nel 1991 a Parma.
Dal 1979 al 1994 è stato professionista pallavolista, militante in squadre come Santal Parma, Sisley Treviso, Centro Matic Firenze, Comcavo Napoli.
Campione olimpico di pallavolo ha ricevuto la medaglia di Bronzo alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984 e ha partecipato alle Olimpiadi di Seoul nel 1988. È stato tre volte campione d’Italia e due volte campione d’Europa. È Presidente e CEO di Globus Italia Srl, fondata nel 1995, azienda leader mondiale nel settore delle attrezzature ad alta tecnologia applicate nel mondo dello sport, del fitness, della bellezza e della riabilitazione. Nel 2004 ha fondato la Globus Sport and Health Technologies LLC con sede nel Connecticut e nel 2005 la Globus Brasil, con sede a Rio de Janeiro.
È Direttore generale dell’ associazione culturale Novomodo e coordinatore, per conto della stessa, dei vari centri di ricerca applicata in vari Paesi del mondo, tra cui Italia, Brasile, Argentina e Spagna.
azienda

La GLOBUS, presente nel mondo dello sport da 20 anni, offre una gamma completa di prodotti di valutazione motoria, di apparecchiature per l'elettrostimolazione ed elettromedicali di assoluto valore tecnico e scientifico.
Per raggiungere questi obiettivi ha creato fin dal 1983 un proprio Centro di Ricerca (CRG) per avere un'importante supporto scientifico e per ideare soluzioni moderne con tecnologie innovative.
Le esperienze condotte in questi anni hanno portato i ricercatori CRG a studiare in modo approfondito le problematiche dell'elettrostimolazione in ambito medico-riabilitativo, sportivo ed estetico nel più assoluto rispetto della fisiologia del corpo umano e della sicurezza di trattamento.
La GLOBUS è particolarmente orgogliosa del lavoro svolto e delle numerose collaborazioni esistenti con Università ed Istituti di Ricerca di tutto il mondo: ciò rappresenta non solo un riconoscimento del valore scientifico dell'attività ma soprattutto uno forte stimolo a continuare in questa direzione.
 
< Prec.   Pros. >
torna su