Home arrow Ultime interviste arrow Le aziende arrow Arena: il costume simbolo del nuoto
Interviste Sport Manager ai Protagonisti dello
Sport Business italiano e del Marketing Sportivo
Abbonamento ai Feed RSS di Ultime IntervisteFeed RSS
NAVIGA NELLE CATEGORIE:
Cerca nelle interviste
I TAG DELLE INTERVISTE
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Arena: il costume simbolo del nuoto Stampa E-mail
Luglio 2009
Intervista a Alessandro Carpignano Manager della Arena Italia spa
Alessandro Carpignano ALESSANDRO CARPIGNANO
Manager della Arena Italia spa

"Ricerca e sviluppo nel nostro dna, ma l’atleta sempre al centro"
Sponsornet: Con la Speedo siete l’azienda simbolo del nuoto: visto il recente ruolo della tecnologia, come si sviluppa il progetto del vostro costume, qual è il vostro obiettivo di medio periodo?
Alessandro Carpignano: La ricerca e lo sviluppo tecnologico sono nel DNA di Arena sin dalla sua nascita. Infatti da più di 35 anni Arena sviluppa costumi e materiale tecnico per gli sport acquatici rispondendo sia alle esigenze dei grandi campioni, a quelle degli appassionati, come pure a quelle di tutti i consumatori. Per il futuro vogliamo continuare ad investire risorse economiche ed umane nella ricerca e nello sviluppo di costumi sempre più tecnologici. Chiaramente, faremo questo sempre nel rispetto delle regole e sempre mettendo l’atleta al centro del progetto. Crediamo, infatti, che il vero protagonista sarà sempre e comunque l’atleta.

Sponsornet: Oltre che produrre abbigliamento tecnico, siete anche sponsor di atleti e federazioni: che tipo di iniziative di marketing, sia di carattere promozionale sia di pr, realizzerete per accompagnare i vostri affiancamenti tecnici nel periodo che precede i mondiali e durante le gare?
Alessandro Carpignano: L’Azienda è al fianco di Federazioni ed Atleti tutto l’anno fornendo loro tutto il supporto ed il materiale tecnico necessario. In particolare, nei periodi che precedono gli eventi importanti, al fine di garantire tranquillità e concentrazione ci comportiamo come normali spettatori facendo il tifo dalle tribune. Chiaramente alcuni nostri incaricati, ovvero gli sport sponsoring managers, seguono gli eventi da bordo vasca sempre pronti ad intervenire per qualsiasi necessità. Per quanto riguarda gli aspetti legati alla comunicazione, compatibilmente con gli impegni agonistici dei nostri atleti, abbiamo il piacere di coinvolgerli in alcune attività quali, a mero titolo di esempio, il nuovo spot Arena, on air da giugno, che vede protagonista il campione Alain Bernard, oppure, della campagna stampa studiata per i Mondiali di Nuoto che vedrà protagonisti 4 grandi campioni dell’Arena Elite Team – Aaron Peirsol, Cesar Cielo, Milorad Cavic e Alain Bernard.

Sponsornet: Per ottenere il massimo dell’investimento nella sponsorizzazione occorre conoscere le organizzazioni sportive e il loro pubblico. Come vi muovete rispetto alle analisi della domanda e dei risultati delle operazioni di marketing?
Alessandro Carpignano: Arena utilizza un approccio scientifico e razionale basando sempre le sue decisioni su fatti e numeri. Infatti, le nostre attività di comunicazione scaturiscono da approfondite analisi sul mercato e da accurati studi sui comportamenti e sui bisogni del consumatore. Per quanto riguarda le Federazioni, le società sportive e gli atleti che sponsorizziamo, seguiamo tutte le loro attività e monitoriamo i loro risultati attraverso specifiche figure professionali inserite in azienda, ovvero, gli sport sponsoring manager i quali hanno anche il compito di fare scouting a caccia di nuovi futuri campioni.
Sponsornet: Che percentuale del fatturato investite all’anno in comunicazione?
Alessandro Carpignano: Relativamente alla comunicazione e allo sport sponsoring l’azienda mediamente investe tra il 10% e il 12% del fatturato annuo, concentrati sulle attività della Pallavolo italiana, ed è questo che ci spinge ad avere un legame più forte proprio con la Lega Volley.

Arena Sponsornet: E che budget complessivo hanno richiesto le attività di marketing per questi mondiali?
Alessandro Carpignano: Per un evento così importante quali i Mondiali di Roma abbiamo aumentato l’investimento di marketing complessivo a circa il 15% del fatturato annuo, destinando un quarto di questo budget alle attività specificatamente dedicate all’evento.

Sponsornet: Le vostre iniziative di marketing più importanti sono legate agli appuntamenti mondiali ed olimpici, quindi state già programmando la strategia post Roma09?
Alessandro Carpignano: Si, stiamo già programmando anche le nostre strategie future di mediolungo periodo perché è importante sottolineare che per l’azienda ci sono sicuramente eventi di grande importanza come questi mondiali e le olimpiadi di Londra del 2012, ma ogni anno ci sono altrettanti appuntamenti importanti sui quali l’azienda si concentra come ad esempio i prossimi Campionati Europei di Budapest e i Mondiali in Vasca Corta di Dubai nel 2010, oppure i Mondiali di Shangai del 2011.
chi È

Alessandro Carpignano, dal 2007 Direttore Generale Domestic Business e International Business di ARENA ITALIA SpA.
E' cresciuto dall’87 nell’area marketing della Procter & Gamble, dove resta fino al ‘96 come direttore divisione cosmetici. Dopo una parentesi in Manetti & Roberts e Linostar, approda nel ‘99 in Arena Italia alla direzione vendite.
 
< Prec.   Pros. >
torna su