Home arrow Ultime interviste arrow Management arrow Ex-calciatori in aula per le nuove carriere
Interviste Sport Manager ai Protagonisti dello
Sport Business italiano e del Marketing Sportivo
Abbonamento ai Feed RSS di Ultime IntervisteFeed RSS
NAVIGA NELLE CATEGORIE:
Cerca nelle interviste
I TAG DELLE INTERVISTE
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Ex-calciatori in aula per le nuove carriere Stampa E-mail
Luglio 2010
Intervista ad Damiano Tommasi consigliere Associazione Italiana Calciatori
Damiano Tommasi DAMIANO TOMMASI  Consigliere dell' Associazione Italiana Calciatori

“Grazie a questa iniziativa, voglio approfondire quello che occorre per “stare dietro la scrivania” nel mondo del calcio, affrontando le diverse tematiche di gestione di una società sportiva”
Nel mondo del calcio c’è un aspetto sociale che riguarda le possibili scelte dei calciatori a fine carriera, che spesso viene oscurato dal giro di denaro che passa attraverso gli stipendi della parte privilegiata della categoria. Si dimentica che la maggioranza dei calciatori che veste le casacche dei club militanti i campionati dalla lega Pro a scendere i gironi delle categorie inferiori, quando appende le scarpette al mitico chiodo, ha difficoltà d’inserimento lavorativo e sociale. Si dimentica anche che a partire da quelli più famosi fino agli sconosciuti di provincia, il patrimonio di esperienza maturato negli anni di attività potrebbe tornare utile in tutti i campi dell’economia e della società. L’iniziativa, di cui si è fatta promotrice l’associazione dei Calciatori in partnership con Studio Ghiretti, va proprio nella direzione di offrire degli strumenti di valorizzazione delle loro potenzialità. Ne parliamo con un famoso calciatore a fine carriera, consigliere dell’associazione, già noto per la sua attenzione al sociale: il veronese Damiano Tommasi.
Sponsornet: Parliamo di questa importante iniziativa della quale anche Lei è un testimone.
Damiano Tommasi: Ho iniziato a collaborare attivamente con l'Associazione Calciatori, facendo parte del consiglio con l'obiettivo di sviluppare le competenze professionali dei calciatori a fine carriera, per un pieno inserimento nel mondo del lavoro dentro e fuori dallo sport.

Sponsornet: Dal punto di vista dell'organizzazione manageriale, anche lei che è stato in Spagna e Cina crede che l'Italia sia ancora meno professionale?
Damiano Tommasi:  Non credo. Credo che al calcio manchi qualche ulteriore passo per essere considerata un'azienda come le altre dove la preparazione dei dirigenti e non solo è fondamentale per i risultati aziendali.

Sponsornet: L'iniziativa dell'Associazione Calciatori nasce proprio perché l'esperienza del calciatore a fine carriera non è adatta a poter svolgere attività economiche.
Damiano Tommasi:  Il calcio è un ambiente di lavoro atipico: aldilà delle competenze tecniche, economiche, di gestione manageriale occorre conoscere l'ambiente sportivo e le dinamiche da spogliatoio e di società, ed in questo c'è carenza un po' dappertutto, non solo in Italia. Ma il carisma di un ex calciatore unito a determinate competenze rappresenta il giusto mix per affrontare anche queste nuove opportunità di lavoro.

Sponsornet: Tutti pensano di proseguire nel mondo del calcio come allenatore o procuratore, sempre dal punto di vista sportivo; lei che approccio sta avendo?
Damiano Tommasi:   Quello di un calciatore che, giustamente, non ha avuto modo di accrescere determinate competenze. Ma ora con il progetto dell’AIC e di Studio Ghiretti, conto di  ottenere una formazione che risulti utile anche al di fuori del mondo del calcio. Acquisendo quegli strumenti utili legati al marketing, alla finanza, etc necessari in qualsiasi ambiente di lavoro.



Sponsornet: L'esigenza viene percepita dai calciatori ancora in attività?
Damiano Tommasi: Non molto, perché il calcio giocato ad alto livello è molto esigente, anche se è vero che ci  sarebbe del tempo a disposizione per soffermarsi sullo studio, troppa energia mentale viene destinata alla la preparazione atletica e alla concentrazione sportiva per affrontare le varie competizioni. Ci vuole quella giusta predisposizione allo studio.

Sponsornet: Una professione molto vicina ai calciatori è quella dei procuratori, spesso discussa, perché posta in un limbo un po' ambiguo.
Damiano Tommasi:  Il procuratore deve essere bravo a mettere assieme le persone al momento giusto, cogliendo le occasioni. Si è resa più sofisticata negli anni proprio perché c'è sempre più bisogno di professionisti che facciano da tramite tra le società, gli allenatori, e i giovani calciatori.

Conferenza "Ancora in Carriera"
Sponsornet: Crede di restare nel mondo del calcio o di investire in altre direzioni?
Damiano Tommasi:   Cercherò di capire dove indirizzare i miei interessi e dove posso far emergere l’esperienza di calcio che ho acquisito nei miei 15 anni da professionista: proprio grazie a questa iniziativa, voglio approfondire quello che occorre per “stare dietro la scrivania” nel mondo del calcio, affrontando le diverse tematiche di gestione di una società sportiva. Innanzitutto restando accanto alla mia famiglia.





chi è

Damiano Tommasi nasce in provincia di Verona. Inizia a giocare a calcio nel 1985, proprio quando il Verona, la sua squadra del cuore, vince il suo primo scudetto. Dopo un paio d'anni nella squadra del suo paese, nel 1990 approda nelle giovanili del Verona, col quale esordirà in Serie B nella stagione 1993-1994. Nel 1996 gioca gli Europei Under 21, le Olimpiadi di Atlanta, vince il Campionato cadetto, fa il suo esordio in Serie A e riceve la sua prima convocazione in azzurro. Nel giugno 1996 passa alla Roma, dove giocherà per più di dieci anni. Nell'estate del 2004 Tommasi subì un terribile infortunio, che gli impedì di tornare sui campi di gioco per circa un anno e mezzo. È tornato a giocare nel 2005, indossando anche la fascia di capitano in diverse partite nel 2005/06. Ora partecipa a molte iniziative benefiche come Altrimondiali. Ha partecipato e parteciperà al progetto “Ancora in carriera”, ideato e realizzato dall’Associazione Italiana Calciatori e Studio Ghiretti e Associati.
azienda

Il  progetto “Ancora in carriera” ideato e realizzato dall’Associazione Italiana Calciatori in collaborazione con Studio Ghiretti & Associati. Roberto Ghiretti, Presidente di Studio Ghiretti, ha presentato il progetto in tutti i suoi aspetti. Ha spiegato come l’idea di un percorso di formazione sistematica per professionisti del calcio in procinto di “appendere le scarpe al chiodo” sia nato a seguito dei risultati di una ricerca effettuata su 3.000 giocatori, inseriti nelle rose di prima squadra delle 128 Società professionistiche.
Partendo dai dati , l’AIC e lo Studio Ghiretti hanno unito le competenze per dar vita ad un percorso di orientamento e sviluppo delle competenze professionali dedicato al “dopo carriera” dei calciatori, il periodo più difficile per un atleta professionista, in cui può mancare il know how necessario per intraprendere una nuova carriera.
Ghiretti ha illustrato i tre step in cui sarà articolato il progetto.
1° step è il corso per lo sviluppo delle competenze generali, che si terrà presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano inizio stagione sportiva 2010/2011.  2° step in programma è l’attivazione di corsi di approfondimento tematico. 3° step del percorso formativo è l’attivazione di un “Portale della Formazione” AIC con il supporto di Studio Ghiretti. Esso è strutturato in una parte “free”, aperta a tutti; ed una parte “riservata”, accessibile solo ai tesserati AIC.
Il progetto parte all'inizio della stagione sportiva 2010/2011, presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano, con un corso che mira a dare ai partecipanti nozioni fondamentali per operare con successo nel mondo del lavoro. Il corso sarà tenuto da docenti altamente qualificati.
La Federazione Gioco Calcio, la Lega Calcio e la Lega Pro, come soggetti rappresentativi dell’intero sistema calcio, hanno fornito il proprio pieno patrocinio alle attività di “Ancora in Carriera”. Al progetto parteciperanno il “Master Universitario Internazionale in strategia e pianificazione delle organizzazioni, degli eventi e degli impianti sportivi” delle Università di Parma e San Marino, l’Università Telematica Internazionale di Milano e Sportcarriere.
 
< Prec.   Pros. >
torna su