Home arrow Ultime interviste arrow Management arrow Formiamo gli esperti futuri dello sport marketing
Interviste Sport Manager ai Protagonisti dello
Sport Business italiano e del Marketing Sportivo
Abbonamento ai Feed RSS di Ultime IntervisteFeed RSS
NAVIGA NELLE CATEGORIE:
Cerca nelle interviste
I TAG DELLE INTERVISTE
SEGUICI SU:

Seguici su YouTube Seguici su Twitter Seguici su Facebook Seguici su LinkedIn
libreria dello sport

di
anno

Formiamo gli esperti futuri dello sport marketing Stampa E-mail
Febbraio 2010
Intervista a Matteo Masini Collaboratore Master org. eventi e impianti sportivi Università di San Marino
Matteo Masini MATTEO MASINI
(leggi la sua scheda nell'area B2B di Sponsornet)
Collaboratore per il Master internazionale in Strategia e Pianificazione delle Organizzazioni, degli Eventi e degli Impianti Sportivi dell'Universitò di San Marino

"Oggi, dopo quattordici anni di esperienza, esiste una storia attorno al master, che gli consente di essere riconosciuto come prodotto di alta qualità, ma è stata soprattutto la regolarità nel proporre il nostro corso, ad avergli conferito maggior prestigio"
Nel gennaio 2010 abbiamo assistito alla XIV edizione del Master Sport Università di San Marino e Parma. La crescente importanza assunta nel panorama sportivo nazionale dall’organizzazione degli eventi, dalla gestione degli impianti e dalla valorizzazione delle risorse umane, come fonti di ricavo diversificate per società e organizzazioni, hanno portato diversi promotori di master sullo Sport Business, alla progettazione congiunta con varie Facoltà di un rinnovato percorso formativo rivolte alla fascia di laureati interessati ad un ingresso lavorativo nel mondo dei club professionistici, come nelle organizzazione degli eventi sportivi e come ancora nelle società di consulenza di sport marketing. In merito alle funzioni e alle caratteristiche di tale master abbiamo intervistato Matteo Masini collaboratore del Master Sport, che ci delinea il ruolo, gli obiettivi e il format su cui è improntato.
Sponsornet: Quando e come nasce Il Master Internazionale in Strategie e Pianificazione delle Organizzazioni, degli Eventi e degli Impianti Sportivi?
Matteo Masini: Il master nasce nel 1996 in collaborazione con Università degli studi di San Marino, e crea il mercato della formazione post-universitaria in Sport Business. Il prodotto iniziale era ben diverso da quello attuale, in quanto rispecchiava le esigenze del mercato sportivo degli anni ‘90. Si trattava di un corso intensivo della durata di 6-8 settimane. Con le evoluzioni del mercato però, è cresciuto il bisogno di figure professionali in grado di gestire attività sempre più complesse, e così un cambiamento graduale, ha portato alla formazione di un master più completo, con un percorso più lungo, e alla strutturazione dello stesso con più soggetti universitari italiani.

Sponsornet: Come è cambiata la struttura del master nel corso degli anni?
Matteo Masini: La struttura, almeno nell’ultimo quinquennio, è rimasta invariata in termini di ore e di tipologia di prodotto. Oggi, all’interno del master ci sono quattordici moduli didattici che si sono aggiornati con le esigenze del mondo dello sport. Per quanto riguarda l’aggiornamento delle docenze, dal 2001 al 2007 abbiamo collaborato con l’Università di Bologna, mentre è dal 2008 abbiamo stretto relazioni con le facoltà di Economia e Scienze Motorie dell’Università di Parma. Da sempre, però, il master gode della competenza di un consiglio scientifico misto, caratterizzato dalla presenza di docenti qualificati e da quella di professionisti dello sport, i quali avendo un ruolo attivo, hanno un’immediata percezione dei cambiamenti del settore.

Sponsornet: Il ruolo del pioniere che tipo di vantaggi vi ha concesso?
Matteo Masini: Sicuramente, l’essere partiti per primi ci ha aiutato molto. Essendo il nostro prodotto unico sul mercato, l’ Università di San Marino, ha puntato molto su di noi, conferendoci una serie di supporti iniziali notevoli. Oggi, dopo quattordici anni di esperienza, esiste una storia attorno al master, che gli consente di essere riconosciuto come prodotto di alta qualità, ma è stata soprattutto la regolarità nel proporre il nostro corso, ad avergli conferito maggior prestigio. Quest’elemento, infatti, ci permette di distinguerci dalla concorrenza, che si è creata nel corso di questi anni, per effetto di quel processo di imitazione che regola qualsiasi mercato fiorente. Difatti, siamo gli unici ad essere sopravvissuti nel tempo e quindi godiamo di estrema fiducia e affidabilità.

Sponsornet: Concentriamoci ora sulla vostra linfa vitale: gli studenti. Qual è la loro provenienza?
Matteo Masini: Gli studenti che frequentano il nostro corso sono tutti laureati, ma dal punto di vista della provenienza accademica, non abbiamo vincoli, esiste solo una valutazione fatta nelle selezioni. L’aula, quindi, è molto eterogenea, abbiamo laureati provenienti dalle facoltà Economia, che per definizione e predisposizione verso lo sport management, sono i più numerosi, seguiti dai laureati in Scienze della Comunicazione, e negli ultimi anni da laureati in Ingegneria Gestionale e Scienze Politiche. Per quanto concerne la provenienza geografica, essendo il nostro un prodotto altamente innovativo richiama studenti da tutt’ Italia, perciò anche sotto questo punto di vista l’aula è molto diversificata.

Sponsornet: E per quanto riguarda la loro destinazione, riuscite a seguire il loro inserimento nel mondo del lavoro?
Matteo Masini: Sì, abbiamo un monitoraggio che è immediato grazie allo stage, e questo negli ultimi due anni ha dato sempre un placement nei sei mesi, intorno all’80% ,e nei 12 mesi, intorno al 70%.

Sponsornet: Quindi, esiste una presenza concreta dei vostri studenti in aziende dello sport business?
Matteo Masini: Certamente, nell’ultimo anno ci sono state esperienze con la Cairo Communication, che è referente per il Torino Calcio, con il Siena Calcio, con la Macron, con Bari Calcio, Venice Marathon, il Bologna Calcio e Master Group Sport. In tutte queste realtà i nostri studenti, dopo le trecento ore formative di stage, sono diventati parte integrante dell’azienda. La nostra volontà è, infatti, quella di offrire ai giovani la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro, e perciò stringiamo collaborazioni con organizzazioni che considerano il periodo di stage come funzionale all’assunzione. Ovvio è, che la possibilità di restare nell’azienda dipende dalle capacità degli studenti.

Sponsornet: Generalmente, quali sono le aziende che ospitano i vostri laureati per un periodo di formazione?
Matteo Masini: Si tratta di una serie di partner eterogenei , tra cui riconosciamo le aziende sponsor, che utilizzano il medium sportivo per promuovere i loro prodotti, le federazioni e le società interessate ad avere figure professionali in grado di relazionarsi con diversi partner sportivi e le agenzie di consulenza, che supportano aziende sportive nelle fasi di comunicazione, promozione e gestione di eventi.
Sponsornet: Diverse letture ci mostrano la scelta diffusa nei club sportivi, di riservare al marketing un ruolo non proprio centrale. Lei che ne pensa?
Matteo Masini: Purtroppo questo è una tradizione molto diffusa e soprattutto in Italia sono poche le società sportive marketing oriented. Al di là dei top club, infatti, non sono molte le realtà operative in attività di promozione del marchio e di sensibilizzazione sia sul territorio locale, sia su quello nazionale. Si tratta tuttavia di casi particolari, perciò insistiamo molto sulla necessità della presenza di addetti al marketing all’interno di ogni società, e quindi sull’importanza dei nostri profili professionali.

Sponsornet: Qual è il motivo di questo scarso interesse per il marketing?
Matteo Masini: La crisi economica generale. Questa ha creato una diminuzione dell’agire delle imprese sponsor e di conseguenza una riduzione delle risorse. In un contesto simile le risorse vengono convogliate principalmente nell’area tecnica e sempre più raramente nel corporate e questo crea una certa apatia nel settore marketing.

Sponsornet: Come istituzione di formazione, offrite un contributo scientifico alla comunità dei club professionisti su questi temi?
Matteo Masini: Sì certo, ci confrontiamo con i nostri partner in diverse occasioni ed è soprattutto la presenza dei nostri studenti a fare da ponte. Questi non solo portano con sé il bagaglio di formazione acquisito durante il master, ma collaborano anche con le società nella costituzione di un progetto di ricerca funzionale alla stesura della loro tesi.

Sponsornet: Per quanto riguarda la questione del budget, come riuscite a coprire le spese?
Matteo Masini: Queste sono coperte con le tasse di iscrizione degli studenti. La tassa corrisponde a cinquemila euro per un totale di venti studenti e di cinque uditori. La figura dell’uditore è molto particolare, questi partecipa alle lezioni, senza avere l’obbligo di frequenza, però non consegue un titolo universitario, ma solo un attestato di partecipazione. Questa possibilità è stata realizzata per permettere ai professionisti di aggiornarsi senza essere vincolati dalla partecipazione completa, ma scegliendo di seguire solo i moduli più vicini alla loro attività professionale.
Marco Brunelli
Nella foto Marco Brunelli, Direttore Master Sport Università di San Marino e Parma.

Sponsornet: Le aziende partner contribuiscono al vostro budget rivestendo il ruolo di sponsor?
Matteo Masini: Fortunatamente, non abbiamo la necessità di trovare sponsor che ci supportano economicamente, tuttavia ci avvaliamo dell’aiuto delle aziende partner nelle realizzazione progetti condivisi e nelle promozioni. Esiste, inoltre uno scambio continuo tra noi e queste aziende, le quali ci permettono di completare i percorso formativo dei nostri studenti e noi in controparte comunichiamo la presenza di questa partnership al pubblico.

Sponsornet: Quali sono i vostri progetti nel breve periodo?
Matteo Masini: Dal punto di vista formativo, siamo certi di aver raggiunto un format più che eccellente e perciò non ci saranno forti cambiamenti nel breve periodo. Sarà confermata questa formula che da allo studente una panoramica completa del mondo dello sport, e, allo stesso tempo, consente l’ arricchimento e la valorizzazione delle competenze individuali acquisite nelle esperienze didattiche precedenti.

Sponsornet: Non prevedete un aumento del numero degli iscritti?
Matteo Masini: No, riteniamo che un eccesso d’offerta possa comportare il rischio di inflazionare il nostro corso. Pertanto, preferiamo che i nostri studenti siano una risorsa scarsa, ma allo stesso tempo preziosa, perciò puntiamo sull’ esclusività e sull’alta qualità.
chi è

Matteo Masini, Laureato in Economia – Scienze Economiche e Sociali all'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia a.a. 2004-2005. Ha conseguito il Master Internazionale in Strategia e Pianificazione delle Organizzazioni e degli Eventi Sportivi nell’a.a. 2005-2006. É stato, poi, nella stagione 2006-2007 Collaboratore Modena F.C. e successivamente Collaboratore Master Sport Università di San Marino e Bologna dalla XII edizione del corso a.a. 2007-2008, nonché Coordinatore del Master Sport Università di San Marino e Parma dalla XIII edizione del corso a.a. 2008-2009.
azienda

L’Università degli studi di San Marino ha dato inizio, dal 1996 al Master sport universitario di primo livello denominato “Master Internazionale in Strategia e Pianificazione delle Organizzazioni, degli Eventi e degli Impianti Sportivi”, attivato in convenzione tra il Dipartimento di Economia e Tecnologia dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Parma, con la collaborazione del corso di laurea in Scienze Motorie dell’Università degli Studi di Parma. Il corso ha formato 275 studenti, molti dei quali occupano attualmente posizioni dirigenziali nell’ambito del sistema sportivo o in settori ad esso collegati. Il Master proprio per la sua innovatività, richiama a sé giovani provenienti da tutta Italia. Per partecipare al Corso si può essere in possesso anche della sola laurea triennale. Ciò segnala il fatto che esso diventa un prodotto in competizione con le lauree specialistiche. Il corso è strutturato in quattordici moduli didattici che sono stati aggiornati secondo le esigenze del mondo dello sport.
 
< Prec.   Pros. >
torna su